Commenta

Basket, la Vanoli sfida
l'Olimpia al FilaForum:
lotta per limitare i danni

Foto Sessa (archivio)

E’ una trasferta da “Mission Impossible” quella di domenica 19 marzo a Milano per la Vanoli Cremona (in diretta su 1SPORT sul canale 622 del digitale terrestre, a partire dalle 18,10). Al FilaForum Assago l’EA7 Armani godrà di tutti i favori del pronostico nel classico match testa-coda. I biancorossi di Repeja stanno dominando la stagione 2016-2017 ed attualmente in graduatoria vantano 10 punti di distacco sulla coppia Avellino-Venezia. Praticamente l’Olimpia Milano non ha rivali in Italia. Ha vinto lo scorso anno lo scudetto ed anche le ultime due Coppe Italia. Tuttavia la partecipazione alla Eurolega è stata un flop. Le “scarpette rosse” sono nelle basse posizioni della classifica della massima competizione europea e devono evitare l’ultimo posto per non perdere i diritti acquisiti e poterla disputare anche nel 2017-2018.

Cremona avrà di fronte una formazione rimaneggiata causa le assenze per lunghi infortuni di Fontecchio, Kalnietis, Dragic e Simon ma resta la superiorità tecnica degli avversari. Sul parquet scenderanno i calibri Sanders, McLean, Mcvan, Raduljca, Hickman, Abass, Cinciarini, Cerella e Pascolo che nonostante il match giocato giovedì scorso appunto in Eurolega contro la Stella Rossa di Belgrado (compagine che punta ai play-off), cercheranno di onorare sino in fondo i colori sociali. La formazione di coach Lepore dovrà comunque lottare con coraggio e determinazione e non cadere nello sconforto se dovesse subire un passivo alto. Dovere di Mian e compagni è anche quello di limitare i danni il più possibile. Egoisticamente parlando, c’è da sperare che Pesaro, prima diretta concorrente nella corsa verso la salvezza, incappi nello stop interno con Reggio Emilia, in modo da lasciare immutate le speranze dei cremonesi, in ritardo di due punti.

“Milano è la squadra da battere – ha dichiarato in settimana l’assistente allenatore Andrea Zanchi –  e in Italia sta dimostrando di non avere rivali. Ma le partite si possono vincere e perdere tutte, e fare punti al Forum varrebbe doppio. Noi dobbiamo guardare in casa nostra, senza fare calcoli ne tabelle, perché la pallacanestro insegna che fino all’ultimo non bisogna dare nulla per scontato. E se la sfida con l’Olimpia regala stimoli di per sé, noi in questo momento ne abbiamo di enormi”.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti