Commenta

Dna: il nuovo progetto dello
scienziato cremonese
Sabatini presentato a Parigi

Dimenticate l’accento cremonese, è inutile dire che la cadenza della nostra parlata ha lasciato il posto a quella americana. Il cremonese Riccardo Sabatini, scienziato e imprenditore di 35 anni, ha presentato al Leade.rs di Parigi, uno dei meeting mondiali più famosi al mondo in ambito di talenti scientifici e di ricerca, il suo nuovo progetto “Orionis Biosciences”.

“E’ solo un accenno al mio nuovo progetto”, ha detto Riccardo davanti a una platea attonita e incantata “perché la presentazione ufficiale avverrà a fine aprile, con il lancio del nuovo sito internet”. Secondo le prime indiscrezioni e cercando di interpretare le parole inglesi tecniche del giovane cremonese, si tratta di una piattaforma di indagini genomiche pronta a rivoluzionare in qualche modo lo studio del Dna, suo ambito scientifico.

Riccardo è già stato ospite dell’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama alla Casa Bianca ed è stato ospite e relatore al Ted, la più grande conferenza mondiale sulle “Idee che cambiano il mondo”. Dopo aver frequentato la scuola media Virgilio a Cremona, si è laureato in fisica, con una passione per la fisica quantistica e un dottorato a Trieste.

Sabatini, genio italiano del Dna, non è un cervello in fuga, “questo modo di dire non mi si addice”, e con una forte determinazione approda a San Francisco (dove vive ora) e nella Silicon Valley, dove lavora fianco a fianco con Craig Venter, il guru della genomica: insieme analizzano il Dna per capire come funziona il processo della vita e costruiscono un’ampissima gamma di dati. A Cremona Riccardo torna poche volte, ma la porta nel cuore (è stato allievo del sindaco Galimberti all’Università di Brescia), insieme con i suoi genitori e ai suoi amici e amiche di sempre.

Federica Bandirali

© Riproduzione riservata
Commenti