Commenta

Supercoppa, Venezia
sbanca lo Zini: Cremo
sconfitta per 1-2

Fotoservizio Francesco Sessa

Cremonese – Venezia 1-2

Cremonese (4-3-1-2): Galli; Salviato, Canini (dal 28′ Marconi), Bastrini, Ferretti; Cavion, Moro (dal 12’st Pesce), Scarsella; Perrulli (dal 16’st Belingheri); Brighenti, Talamo. All. Tesser
A disp: Ravaglia, Bellucci, Procopio, Lucchini, Maiorino, Stanghellini, Scappini, Porcari, Redolfi.

Venezia (4-3-3): Facchin; Zampino, Domizzi, Modolo, Garofalo; Falzerano, Bentivoglio, Soligo; Fabiano (dal 13’st Marsura), Geijo (dal 35’st Ferrari), Moreo (dal 21’st Fabris). All. Inzaghi
A disp.: Sambo, Vicario, Ferrari, Tortori, Pellicanò, Stulac, Caccavallo, Acquadro, Cernuto.

Gol: 3’pt Geijo, 34’pt Talamo, 41’st Bentivoglio

Ammoniti: Talamo, Pesce

Cornere: Cremonese 5, Venezia 3

Arbitro: Giosuè Mauro D’Apice di Arezzo, con gli assistenti Marco Pancioni di Arezzo e Marco Cecchi di Pistoia

Turn over  nella Cremonese in campo contro Venezia per la prima partita della Supercoppa, com’era nelle attese, dopo l’intenso finale di campionato. Fuori Ravaglia, Marconi, Maiorino, Porcari e Pesce, Tesser lascia spazio a Galli, Bastrini, Marconi e Moro. Dentro anche Talamo in extremis per il forfait di Scappini che si ferma durante il riscaldamento.

Colpo di scena a pochi istanti dall’inizio della gara, si infortuna uno degli assistenti del direttore di gara e l’inizio della gara viene rinviato in attesa di trovare un sostituto. La partita inizia con un quarto d’ora di ritardo con i dirigenti Massimiliano Grilli (per la Cremonese) e Cristian De Rossi (Venezia) che vanno a ricoprire il ruolo di guardalinee. Pronti via e il Venezia dopo pochi minuti va in gol con Geijo che approfitta di una palla persa in fase di impostazione. La prima conclusione della Cremonese arriva all’8′ con Moro che impegna Facchin, un minuto dopo ci prova Brighenti ma il suo tiro è alto. Al 15′ Ferretti dalla sinistra prova il tiro ma è alto. Poi è tutta Cremonese con il Venezia che si difende forte del gol trovato nei primi minuti. Al 34′ arriva il gol del pareggio, velo di Brighenti e diagonale di Talamo nell’angolino. Primo gol in grigiorosso di Nicola Talamo. Galli viene chiamato in causa da Falzerano autore di un bel tiro cross dalla sinistra. Al 43′ Ferretti si immola respingendo un gran tiro di Falzerano. Il primo tempo finisce 1-1.

Nella ripresa Tesser inserisce Pesce e Belingheri per Moro e Perrulli, la Cremonese gioca senza pressioni legate al risultato e costruisce gioco sfruttando la sintonia di squadra. Venezia in difficoltà sul lato della tenuta atletica, tanto che già a metà della ripresa Inzaghi è costretto a togliere Moreo vittima di crampi. Il ritmo è blando e il caldo si fa sentire, Tesser incita i suoi. Brivido al 35′ per un cross al volo di Falzerano per Domizzi che sfiora il palo alla sinistra di Galli. Per la Cremo risponde Brighenti con un gran tiro dalla distanza che sfiora la traversa. Al 41’st Bentivoglio riporta in vantaggio il Venezia con una punizione precisa dal limite, la palla passa sotto la barriera e si infila in porta. Finisce così dopo 5′ di recupero e ancora un brivido che passa all’ultimo sulla testa di Scarsella che non trova la porta. Dopo il triplice fischio terzo tempo e il saluto a Lucchini che dà l’addio al calcio applaudito dai tifosi e dai compagni.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti