Commenta

Picasso, Chagall e Mirò
tra i protagonisti della 9ª Rassegna
internazionale di incisione

La manifestazione è in programma a Cremona dal 24 settembre al 29 ottobre nella splendida cornice di Santa Maria della Pietà.

Da Picasso a Chagall, da Mirò ad Hayter, per passare a più settoriali opere di ricerca grafica, alla sperimentazione e addirittura agli Ex Libris: un excursus variegato e ricchissimo quello che verrà presentato nell’ambito nona edizione della Rassegna internazionale di incisione in programma a Cremona dal 24 settembre al 29 ottobre nella splendida cornice di Santa Maria della Pietà.

Una biennale, curata da Vladimiro Elvieri, ormai entrata nella tradizione della nostra città, che in questo modo si riconferma come una delle capitali dell’arte a stampa. Curata dall’associazione Incisioni Senza Confini, la rassegna ha saputo portsi all’attenzione internazionale grazie alla varietà e alla qualità delle proposte.

Quattro sono le sezioni proposte in questa 9ª edizione, a partire proprio dai Maestri del 900: raccoglie 40 opere di sette artisti considerati tra i più significativi della storia dell’arte del secolo scorso. “A partire da Pablo Picasso, di cui sono esposte sei incisioni dedicate alla tauromachia e realizzate nell’ateliere Lacourière-Frélaut di Monmartre, il più importante della Francia” spiega Elvieri. “Ci sono poi 12 incisioni (di una serie da 15) che fanno parte dell’opera di Chagall Et sur la Terre… Poi di Mirò abbiamo una sola opera, Escalde de la butte”. Sempre in questa sezione, in mostra le opere di Stanley William Hayter, Zoran Music, Antoni Clavé, Antoni Tàpies, tutte originali e provenienti da importanti collezioni private.

Il resto della Rassegna vede invece ampio spazio alla contemporaneità. Ci sarà una sezione intitolata Il gesto segreto, che raccoglie 40 opere di una ventina tra i più interessanti autori distintisi nelle maggiori rassegne internazionali. La sezione Prism 8 Connections è invece una mosta degli artisti membri del Prism Print International di Londra e presenta 70 lavori realizzati con tecniche incisorie tradizionali e sperimentali. Infine una quarta sezione, denominata Ex Libris Claudio Monteverdi, raccoglie piccole grafiche di autori italiani e stranieri dedicate al grande compositore cremonese.

“Si tratta di un evento a carattere internazionale che dona particolare lustro alla nostra città” evidenzia il sindaco Gianluca Galimberti. “Cremona del resto è la città del saper fare e lo dimostra ogni volta, anche con una rassegna come questa”.

Accanto all’esposizione, sarà attivo il tradizionale laboratorio didattico, dove i visitatori e le scolaresche potranno assistere a lezioni teorih e pratiche sull’incisione e l’intaglio.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti