Commenta

Una biblioteca che racconta
la Famiglia Cremounesa
in mostra alla Libreria Ponchielli

Una mostra per celebrare l’antica collaborazione tra la Libreria Ponchielli e l’associazione La Famiglia Cremounesa, che hanno fatto della loro vicinanza fisica (entrambe collocate in piazza Sant’Antonio Maria Zaccaria, una accanto all’altra) un vero e proprio punto di forza, realizzando una Biblioteca straordinaria che racconta la vita dell’associazione. Proprio questa biblioteca, che sarà visitabile dal 1º ottobre al 30 novembre, sarà il fulcro della mostra, promossa dalla Libreria Ponchielli presso le proprie sale.

Nata ufficialmente nel 1969, e tuttora attiva, la Famiglia si origina da un gruppo di amici che decide di creare un punto di ritrovo che permetta uno scambio e una condivisione di vita attorno ad un caffè, ad un bicchiere di vino, ad un libro. In quegli anni stavano chiudendo molti luoghi di aggregazione che non avrebbero più riaperto.Una storia come questa affonda le sue radici nel primo Novecento, in quella espressione della volontà popolare di accedere fraternamente alla cultura e di promuoverne la diffusione.

La Biblioteca, in cui si trovano esposti cento volumi, spazia da Liala ai premi Nobel, dai romanzi lievi sino a rigorosissimi saggi delineando una storia dell’editoria e del gusto.

© Riproduzione riservata
Commenti