Ultim'ora
4 Commenti

Un'area lungo via Mantova
per smistare le merci:
sorgerà vicino all'autostrada

Cambia la destinazione di un’area pubblica prospiciente via Mantova, prima del cavalcavia dell’autostrada in corrispondenza di via Beata Stefana Quinzani: da servizi pubblici di tipo sportivo a servizi per la mobilità. 55mila metri quadrati che il Piano dei Servizi del Pgt  attualmente riserva ad un utilizzo di impiantistica sportiva, che però non ha mai trovato realizzazione. Anni fa si era persino ipotizzato che qui potesse sorgere il nuovo stadio di calcio di Cremona, nel caso si fosse deciso di abbandonare lo storico Zini.

Ora, nell’ambito del percorso di variante al Pgt, spunta un’altra ipotesi, illustrata oggi pomeriggio in commissione Area Vasta: destinare questa ampia superficie a servizi per la mobilità, una proposta che, spiega l’assessore alla partita Andrea Virgilio,”è più pertinente alla vocazione di quell’area. L’idea è stata quella di individuare qui un’area per lo smistamento delle merci trasportate da mezzi pesanti, per fare in modo che in città entrino solo mezzi più leggeri”, evitando così problemi di congestione traffico  e inquinamento. La vicinanza al casello dell’A21 di San Felice rende quest’area idonea allo scopo anche perchè la destinazione d’uso finora vigente, come si è visto, non ha portato ad alcuna realizzazione.

Ci sarebbe già un investitore privato interessato a realizzare questa piattaforma logistica per quello che in termini tecnici viene definito ‘rottura di carico’. Si parla di costi di investimento non indifferenti, non si tratterebbe infatti solo di una spianata di asfalto accanto al parcheggio già esistente, ma vi potrebbero trovare spazio locali adibiti a servizi per gli autotrasportatori. Un’infrastruttura del genere potrebbe davvero aiutare a risolvere i problemi di inquinamento in città se, per la distribuzione delle merci in città venissero utilizzati furgoni ad emissione zero o altri mezzi di trasporto più eco-compatibili. Un auspicio che questo avvenga è stato espresso in commissione dal consigliere di Sinistra per Cremona – En. Civile Filippo Bonali; perplessità sulla fattibilità del progetto sono venute dai consiglieri Paolo Carletti (Psi) e Alessio Zanardi (Misto).

Giuliana Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti