Commenta

Via Giordano e Strada Sud:
il Comitato si spacca,
in due si dimettono

I due dimissionari sono già stati sostituiti. La presidente del comitato Maria Cristina Arata prende atto della scelta. “Andiamo avanti. Anche perchè le istanze presentata al sindaco erano state condivise da tutto il direttivo”

 

L’impressione, l’altra sera all’oratorio “Pei nostri fanciulli”, al piano di sotto dove l’accesa assamblea del quartiere Via Giordano ha messo faccia a faccia dopo mesi Giunta (ve n’era mezza, compreso il sindaco) e Comitato, era che le posizioni di Comune e residenti, sebbene difficilmente conciliabili tra loro, fossero quantomeno condivise dai membri delle rispettive parti. E invece no, a quanto pare. Il dissenso in seno al parlamentino del quartiere forse serpeggiava da tempo. Confinato sottotraccia ma pronto a palesarsi. Come è puntualmente avvenuto alla prima occasione buona, all’indomani di quella serata. Non si spiegherebbero in altro modo le dimissioni di Anna Miglioli e Giuseppe Muchetti, che non avrebbero condiviso il modo in cui si è sviluppato il confronto ma i cui mal di pancia arrivano forse da più lontano. La presidente del comitato Maria Cristina Arata non ne fa un dramma e prende atto della scelta. “Andiamo avanti. Anche perchè le istanze presentata al sindaco erano state condivise da tutto il direttivo”. I primi due non eletti, Marco Nolli e Alessandro Petrucci, hanno già accettato di sostituire i dimissionari. E dunque il direttivo è di nuovo al completo. Per affrontare tutti i temi che riguardano il comparto e di cui si è parlato martedì: viabilità e strada sud (qui la distanza residenti-amministrazione è incolmabile), nuovo parcheggio, pista ciclabile, supermercato Conad, lavaggio strade. Poi c’è il referendum, per fare dire ai cittadini sì o no allo stralcio dal Pgt della Strada sud (per ora il progetto è chiuso nel cassetto ma entro fine anno potrebbe non essere più nemmeno lì, l’assessore Alessia Manfredini è stata chiara). Dell’eventuale indizione, per la quale è necessaria una raccolta firme o una deliberazione del consiglio comunale a maggioranza dei componenti, se ne parlerà in ufficio di presidenza. Domani è in programma la seduta in sala Quadri. Via Giordano e Strada sud non sono all’ordine del giorno, ma in Aula, informalmente, si chiacchiererà anche di questo.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti