Commenta

Cremo – Palermo: Zini verso
il tutto esaurito. Ultimi biglietti
di parterre in vendita venerdì

Ancora disponibilità per la curva ospiti

L’attenzione della domenica calcistica sarà tutta rivolta verso lo Zini per Cremonese – Palermo. Un big match che, complice la sosta della serie A, sta attirando gli sguardi del mondo del pallone e risvegliando anche gli interessi della stampa nazionale sulla cremonese. Anche la caccia al biglietto è partita fin da subito e in meno di 24 ore sono già stati bruciati tutti i tagliandi disponibili in prevendita, ad eccezione della curva ospiti. Ad oggi sono infatti esauriti i settori di Tribuna d’onore, Tribuna centrale, Tribuna laterale verde, Curva Sud “Erminio Favalli” e Tribuna Laterale Nord. Restano disponibili i tagliandi di Curva Nord (settore ospiti) che al momento contano 309 ticket venduti. Mentre sono terminati gli accrediti riservati alle Tessere Federali (Coni, Aia, FIGC) e agli osservatori.

Venerdì dalle ore 17, esclusivamente presso gli sportelli della biglietteria dello Stadio Zini, in via Cardinal Massaia, saranno posti in vendita i 200 tagliandi del settore Parterre e successivamente saranno messi in vendita gli eventuali biglietti dei settori Tribuna Centrale e Laterale non confermati dai partner dell’U.S. Cremonese.
L’attesa è tanta non solo per l’importanza del match, ma anche per la voglia di partecipare alla bella favola di questa Cremonese, una neopromossa che si trova a un solo punto da una delle squadre più attrezzate del campionato di serie B.

L’imprevedibile presidente Zamparini anche questa volta ha fatto parlare di sé e, dopo aver cercato di spostare la partita per poter schierare in campo anche i nazionali, ha optato per la richiesta ufficiale inviata al presidente della Federcalcio Macedone, che gli ha concesso di poter trattenere Nestorovski in Italia per il big match di Cremona. Anche il bulgaro Chochev alla fine non è partito, ufficialmente per un risentimento muscolare, ma dalla Sicilia garantiscono che sarà recuperato in tempo per esserci. Tedino lo vuole a tutti i costi, perché sta crescendo l’intesa con Nestorovski, lo si è visto bene a Pescara. Ci sarà anche il portiere Pomini rientrato  in gruppo in extremis, mentre Posavec è impegnato con l’under 21 croata. Resta invece il dubbio di Jajalo che sta facendo lavoro differenziato.

Sarà di fatto un derby tra due allenatori che arrivano dalla stessa terra, anche se non si sono mai incrociati prima. Tedino, sente la partita e forse teme questa Cremonese, che ritiene in un momento di grande forma, sta lavorando con grande attenzione. Del resto se da una parte c’è Nestorovski, dall’altra c’è una squadra che può contare su un attacco brillante, capace di segnare 14 gol in 6 partite. E se a inizio stagione era il reparto avanzato a preoccupare, nelle ultime giornate è stato proprio l’attacco a convincere, con il ritorno al gol del capitano, le magie di Paulinho e la forza di Mokulu, tutti trascinati dalla personalità di Piccolo specialista in calci piazzati.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti