Commenta

Ceduta a Linea Reti e
Impianti la centrale termica
di via della Ceramica

Continuano le operazioni di trasferimento beni dal Comune alle proprie società di servizi o partecipate. Dopo la cessione delle reti idriche a Padania Acque, operazione da diversi milioni di euro rientrante nel piano di risanamento Aem; dopo la cessione a quest’ultima dell’area da 60mila mq destinata a logistica lungo via Mantova, è ora la volta della cessione onerosa a Linea Reti e Impianti (gruppo Lgh/A2A) della centrale a metano di via della Ceramica, in zona viale Po. Si tratta di uno degli impianti  che fornisce calore alla rete di teleriscaldamento cittadino, insieme a quella di via Postumia e al termocombustore. La vendita, avvenuta con  procedura negoziata in seguito a inserimento del bene nel piano alienazioni, frutterà all’ente locale 178.500 euro. In questo modo la società di Lgh completa la propria disponibilità di impianti: oltre a quelli di produzione calore di Cremona, gestisce anche le discariche ex Aem di Malagnino, Corte Madama e Porto Canale; l’impianto recupero inerti di Cremona e gli impianti di cogenerazione e rete teleriscaldamento di Cremona, Lodi, Crema, Rho. Come annunciato martedi scorso dal direttore generale di Lgh Massimiliano Masi, da luglio 2018 Linea Reti e Impianti cesserà di esistere, diventando Linea Green per lo sviluppo di forme di produzione energetica esclusivamente da fonti rinnovabili, mentre l’impianto di teleriscaldamento di San Rocco, la cui fine è prevista per il 2024, passerà in gestione a Linea Ambiente, altra società del gruppo con sede a Rovato.

© Riproduzione riservata
Commenti