18 Commenti

SONDAGGIO - Favorevoli
o contrari allo stralcio
della strada sud dal Pgt?

Se non vedi il sondaggio clicca qui

Giovedì 30 novembre il consiglio comunale ha eletto i tre componenti del Comitato dei garanti che dovranno giudicare la legittimità del quesito referendario della strada sud. La tempistica per l’eventuale indizione della consultazione popolare è ancora lunga. La domanda, così come formulata nella proposta di delibera delle opposizioni consigliari è: “Sei favorevole al mantenimento del progetto della Strada Sud nella programmazione e pianificazione urbanistica vigente del Comune di Cremona?”. Da un lato, la maggioranza che sostiene il sindaco Galimberti sta procedendo a stralciare il tracciato che, invadendo terreni ora agricoli, collegherebbe via del Sale a via Giuseppina, all’altezza di viale Concordia: ritiene infatti che sia ora di togliere questa previsione riproposta da una ventina d’anni negli strumenti urbanistici, ma mai considerata una priorità, illudendo in tal modo la popolazione circa una sua possibile realizzazione. Inoltre si sostiene che la strada sud indurrebbe nuovo traffico, nuove edificazioni e quindi non risolverebbe il problema lamentato dai residenti di via Giordano. Lo stralcio era inoltre previsto nel programma elettorale del centrosinistra.

L’opposizione, in particolare i consiglieri di Ncd Fasani e Ceraso di Obiettivo Cremona, ritengono invece sbagliato togliere la previsione, in considerazione del fatto che la strada potrebbe diventare in futuro finanziabile e quindi essere realizzata. Ritengono che gli interventi fatti dalla giunta negli ultimi anni sulla viabilità nel comparto Cadore – Giordano non abbiano migliorato per nulla la vivibilità e che quindi la previsione di una nuova strada resti una valida alternativa e costituisca quantomeno una speranza di miglioramento per i residenti. Anche perchè – sostengono – al Comune non costa nulla mantenere il tracciato sulla carta.

Per sondare opinioni dei cremonesi in merito, CremonaOggi propone un sondaggio che non rappresenta certo un anticipo di referendum, ma è un semplice termometro per misurare le opinioni dei cremonesi. Potrete dare la vostra risposta fino a mercoledi 6 dicembre.

I sondaggi online di Cremona Oggi non hanno valore statistico: si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Lo scopo è permettere ai lettori di esprimere le proprie opinioni.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Per me non va realizzata per l inutilità e per il costo folle a cui si andrà in contro sia estetico che finanziario

    • Maumaro

      sicuramente lei risiede lontano da via Giordano.

      • Mirko

        Mi spiace Sono abbastanza vicino

        • holos

          Grande Mirko, sono con te.

        • Sorcio Verde

          Grande Mirko continua così che i si alla strada arrivano all’80%

          • Mirko

            Sorcio per molte cose sono dalla tua parte e ci capiamo ma sulla sud proprio no

    • cassandra

      Sicuramente lei non ha chiari i concetti di inutilità , costo folle , estetico e finanziario

      • Mirko

        Mi illumini sull’utilità di una simile opera

        • holos

          Tieni duro, Mirko. I cittadini che hanno a cuore l’ambiente e un futuro sostenibile per tutti hanno chiaro che continuare ad asfaltare e cementificare è un vantaggio solo per i soliti noti e un danno significativo per la collettività, che ne sia consapevole o meno.

          • Mirko

            Finalmente uno che è dalla mia…. Pensavo di essere un pazzo

  • marco dall’oglio

    Si parla da questa strada fin dagli anni 80. Esistono più progetti a riguardo. La strada va realizzata cosi da completare il ring esterno ed alleviare il transito su via Giordano bypassandola. Il tracciato andrebbe utilizzato dai veicoli con peso complessivo inferiore a 3,5 t. Ricordiamo che parecchi paesi della provincia hanno adottato negli anni tangenziali esterne.

    • Mirko

      Ci sarà un motivo se in 30anni nessuno l’ha mai fatta

  • Simone

    Se si vuole migliorare il traffico su via del Sale, via del Giordano credo basterebbe migliorare la tempistica dei semafori. Non può essere che un semaforo di una strada così importante faccia passare 4 auto per volta!

    • Mirko

      Bravo concordo

  • CommanderKeen

    Non è comprensibile la smania di stralciare questo progetto, anche perchè non obbliga alcuna realizzazione.
    Per il traffico in via del Giordano prima o poi qualcosa si dovrà fare perchè nelle ore di punta è allucinante.

  • Gianluca Rkc Carboni

    io abito in via giordano (una laterale) …credo che non serva a nulla questa strada sud. è solo uno spreco di soldi e un aumentare cemento..inoltre sicuramente andrà, piano piano anche a cementificare l’intorno (hai la strada…un centro commerciale e due case non le vuoi fare?)…insomma …prima regoliamo i semafori. inoltre, personalmente questo enorme problema di traffico non l’ho mai visto, sia quando vivevo in via vecchia (praticamente davanti alla COOP di via del sale) sia oggi. sicurmante bisogna regolare meglio le tempistiche dei
    semafori…

  • Daniro Auro Mandelli

    A chi vorrebbe una nuova tangenziale “esterna” (che però tanto esterna non è visto che è disegnata a poche decine di metri da via Giordano) ricordo che una tangenziale a Cremona è già stata realizzata, è a debita distanza dal Torrazzo, è a quattro corsie e ha lo scopo di drenare dall’area urbana il traffico parassitario che ha un forte impatto ambientale. Ora, ammettiamo che la strada sud sia già esistente in forma di tangenziale, cosa succederebbe in via Giordano? Se mi conviene, in assenza di provvedimenti limitativi, continuerò ad usarla come via preferenziale. Quindi per non peggiorare la condizione dei residenti, che si ritroverebbero in mezzo tra una tangenziale vicinissima e una via Giordano comunque trafficata, bisognerebbe mettere dei paletti e far transitare solo un traffico selezionato. Bene, allora facciamolo subito! Perché attendere di grazia decenni per un’opera costosa, impattante e distruttrice del paesaggio golenale, che separerebbe la città dal fiume e passerebbe a poche decine di metri dal complesso monumentale di San Sigismondo? Mobilità sostenibile è la risposta, cioè trasformare le vie con importante presenza di residenti e attività commerciali in spazi dove vengono privilegiati i pedoni, i ciclisti, i mezzi pubblici, la sosta di residenti e utenti, in modo che possono muoversi in sicurezza senza essere assaliti da un traffico estraneo e pernicioso spesso fonte di pericolo oltre che di impatto atmosferico e acustico.

    • pisto

      Concordo in pieno con la sua precisa esposizione…e allo stesso tempo le ricordo che Cremona è ancora o “guelfa” o “ghibellina”, così, tanto per dire qualcosa…