Sport
Commenta

Niente di fatto per la Vanoli, che cade a Trento sul 90-79

DOLOMITI ENERGIA TRENTO-VANOLI CREMONA 90-79 (21-20; 45-37; 57-54)

DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Franke 3, Sutton 24, Silins 3, Forray 10, Conti ne, Flaccadori 14, Gutierrez 10, Czumbel ne, Gomes 6, Hogue 10, Lechthaler, Shield 10. All. Buscaglia,

Tiri 2p 23-47,   tiri 3p. 9-19   Tl 17-22

VANOLI CREMONA. Johnson Odom 19, Martin 16, T.Diener 10, Gazzotti ne, Ricci 1, Ruzzier 4, Portannese, Fontecchio 11, Sims 12, D. Diener, Milbourne 6. All. Sacchetti

Tiri 2p. 24-38     tiri 3p. 6-25       Tl 13-20

La Vanoli Cremona non è riuscita… a scalare le Dolomiti. A Trento Sims e compagni si sono arresi 90-79 cedendo nel finale del match dopo frequenti recuperi nel punteggio. I padroni di casa provano subito a spaventare gli ospiti infilando due “triple” consecutive ma essi reagiscono e con Sims in evidenza che segna in attacco e rifila stoppate in difesa si portano 7-8 al 4’. La gara prosegue sui binari dell’equilibrio con Fontecchio che segna da tre punti ma gli rispondono trentini 21-20 al 10’.

Nel secondo periodo coach sacchetti tiene in panchina Sims e per la Dolomiti Energia entra in scena Hogue, dopo travagli all’estero. Travis Diener brilla da tre punti e conduce bene la squadra in regia 31-32 al 15’ La Vanoli Cremona ha il controllo delle operazioni ma al 17’ Sutton con un paio di giocate strepitose carica l’ambiente bianconero, cattura il nono rimbalzo e Cremona accusa il colpo psicologico sbagliando tiri in attacco.

Silins con una “bomba” a fil di sirena porta avanti i suoi 45-37 all’intervallo. Rientra dagli spogliatoi sul parquet con decisione il team di coach Sacchetti che con Martin si riporta in scia ai locali 47-46 costringendo coach Buscaglia al time-out. Sono Flaccadori e Sutton a produrre un’altra accelerata al 26’ 54-46 ma la Vanoli Cremona non demorde e 57-54 al 30’.

I biancoazzurri che hanno parecchio abbassato la percentuale di realizzazione da tre punti restano attaccati al match con i tiri liberi e da due punti 69-65 al 34’. L’Aquila Trento esaurisce presto il “bonus falli” ma Cremona non ne approfitta al meglio. Sul 74-71 il mancino Flaccadori infila una “tripla” pesantissima per il più sei ed i lombardi vanno in tilt: perdono lucidità e concretezza ed in pratica sul 83-73 al 38’ “gettano la spugna”. Per la Vanoli Cremona è la quarta sconfitta nelle ultime cinque gare di campionato. Nella festività di S.Stefano la compagine cremonese disputerà al palaRadi un confronto di vitale importanza per la salvezza contro Brindisi.

Marco Ravara

 

© Riproduzione riservata
Commenti