Commenta

La Vanoli verso
la sfida con
Capo d'Orlando

Con la vittoria ottenuta domenica scorsa al PalaRadi contro l’Openjobmetis Varese la Vanoli Cremona ha effettuato un altro passo importante verso l’obiettivo salvezza. I biancoazzurri in virtù del successo terzo successo consecutivo nelle ultime quattro giornate, hanno addirittura la possibilità di raggiungere le “final-eight” di Coppa Italia che si terranno a febbraio a Firenze. Per Sims e compagni le speranze sono poche: oltre a vincere obbligatoriamente a Capo d’Orlando, in virtù degli scontri diretti, deve verificarsi la contemporanea sconfitta di almeno due fra Trento, Cantù, Bologna. Il team di coach Sacchetti è in vantaggio solo con Sassari mentre con le altre ha la peggio. Comunque la partita di domenica (inizio ore 17) in terra siciliana non sarà una passeggiata per i biancoazzurri anche se essi hanno in classifica un vantaggio di quattro lunghezze su team di coach Gennaro di Carlo. La partecipazione dell’Orlandina alla pur sempre affascinante Champions League ha influito parecchio sul comportamento in campionato tanto che la squadra ha navigato dalla metà classifica in giù. In settimana Capo d’Orlando è stato battuto a Salonicco contro il Paok ma era in formazione rimaneggiata: non è sceso in campo Mario Ihring causa influenza, fermo per infortunio Ikovlev d hanno giocato pochissimo Atsur e Maynor. Per il match contro la Vanoli qualcosa dovrebbe cambiare. Alti giocatori da non sottovalutare del team di casa sono Galipò, Alibegovic, Kulboka, Laganà, Stojanovic, Donda e l’ex di turno Wojciechowski. Sarà un confronto molto importante per entrambe le contendenti che cercheranno di chiudere nel migliore dei modi il girone di andata sempre mirando all’obiettivo primario della salvezza.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti