Politica
Commenta

Elezioni regionali, domenica 4 febbraio Attilio Fontana a Casalmaggiore e Cremona

Manca ancora la comunicazione, e di conseguenza manca ancora il programma ufficiale della visita, per lo meno nel dettaglio, ma è certa la notizia che parla di una visita istituzionale importante, inserita ovviamente nella campagna elettorale in corso per le elezioni del 4 marzo, e che tocca la nostra provincia: Attilio Fontana, candidato alla poltrona di governatore della Lombardia per il centro-destra unito, pur essendo prima di tutto espressione della Lega, sarà a Cremona il prossimo 4 febbraio, ossia domenica, un mese esatto prima delle elezioni. A Cremona e provincia, per la precisione.

Le due tappe certe di Fontana sul territorio sono, per ora, quelle di Casalmaggiore e di Cremona, in ordine cronologico: alle 9.30 il candidato del centro-destra, e già sindaco di Varese per dieci anni dal 2006 al 2016, sarà infatti in piazza Garibaldi e incontrerà il sindaco casalese Filippo Bongiovanni nel municipio maggiorino. Qui Fontana si intratterrà all’incirca per un paio d’ore. Non si conosce, come detto, il programma nel dettaglio, ma è molto probabile che, così come il suo sfidante Giorgio Gori lo scorso 8 gennaio, anche Fontana possa prendere visione da vicino dei problemi inerenti il ponte stradale sul Po chiuso e la stazione ferroviaria. Quel che trapela è che all’incirca due ore dopo, alle 11.30 circa, Fontana ripartirà alla volta di Cremona, dove si terrà la seconda tappa del suo tour elettorale nella nostra provincia. Non si esclude una puntata, sempre nella stessa domenica, anche a Crema o nel cremasco, che però per il momento non è stata confermata.

E’ chiaro che, essendo i tempi molto stretti, il programma definitivo verrà reso noto nelle prossime ore nel dettaglio, ma intanto Cremona e la sua provincia rientrano ufficialmente nella lista delle tappe elettorali di Fontana, che ha sostituito Roberto Maroni nella corsa a Regione Lombardia dopo il forfait abbastanza improvviso del governatore uscente, di Varese proprio come Fontana. Già presidente di Anci Lombardia, l’ex sindaco di Varese sembra avere dalla sua i favori del pronostico, anche perché alle spalle vi sono tanti anni di governo di centro-destra in Lombardia: a Giorgio Gori e Dario Violi, rispettivamente per centro-sinistra e civismo e 5 Stelle, il compito di sovvertire le previsioni. Ma Fontana, tra Casalmaggiore, Cremona e forse Crema, cercherà anzitutto di farsi conoscere e di portare le ragioni che lo hanno spinto ad accettare la candidatura.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti