Commenta

Agevolazioni alle imprese,
il Comune chiama
a raccolta le banche

Iniziativa del Comune di Cremona per agevolare l’insediamento, l’investimento e lo sviluppo dell’economia locale. Sul sito istituzionale è stato pubblicato l’avviso esplorativo per individuare istituti di credito interessati ad offrire ai potenziali investitori un “pacchetto” di soluzioni agevolate in grado di facilitare la costruzione di un ambiente favorevole per la realizzazione dell’investimento. Gli istituti di credito interessati sono invitati a formulare le proprie proposte riferite all’intero pacchetto di agevolazioni individuate dal Comune di Cremona, oppure ad una o più parti di esso, entro il 19 marzo 2018. L’intervento prevede la partecipazione attiva degli istituti di credito affinché possano affiancare, alla serie di agevolazioni già previste dal Comune, condizioni attrattive e competitive per incentivare gli incentivi e l’economia locale.
“In sinergia con i principali stakeholder territoriali – dichiara al riguardo la Vice Sindaco con delega allo Sviluppo Maura Ruggeri – l’Amministrazione intende valorizzare il sistema di relazioni e armonizzare l’offerta territoriale per attrarre potenziali investitori. L’avviso esplorativo ha lo scopo di coinvolgere gli istituti di credito presenti sul territorio in forme di collaborazione finalizzate ad offrire un pacchetto di soluzioni agevolative in grado di facilitare la costruzione di un ambiente favorevole per la realizzazione dell’investimento. Un’iniziativa che va ad affiancare gli impegni che il Comune mette in campo con specifiche agevolazioni tributarie (IMU e TARI), scelte di tipo urbanistico ed edilizio, semplificazione burocratica, condizioni già illustrate ai rappresentanti del mondo economico economico locale e che verranno ulteriormente promosse e veicolate. Ricordo infine che il coinvolgimento del comparto creditizio rientra tra gli adempimenti previsti dal programma regionale AttrACT al quale il Comune di Cremona ha aderito per favorire la promozione delle opportunità localizzative cittadine, sia in Italia che all’estero”.

© Riproduzione riservata
Commenti