Un commento

Deragliamento di Pioltello,
criticità sui binari
segnalate già mesi prima

Svolta nell’inchiesta sulla tragedia di Pioltello, dove lo scorso 25 gennaio il treno in viaggio tra Cremona e Treviglio è deragliato dai binari, provocando la morte di tre donne e il ferimento di quasi 50 persone. A rivelarlo e il settimanale Panorama nel numero dell’8 marzo. Secondo il giornale, le indagini avrebbero ormai accertato che già nel mese di novembre 2017, due mesi prima del disastro ferroviario, il personale adetto alla manutenzione aveva già segnalato delle criticità sulla linea e in particolare sullo stato di salute di alcuni giunti.

Una check list, compilata a mano dai manutentori, con tutte le segnalazioni del caso e le azioni correttive necessarie, sarebbe stata consegnata al capo reparto che di prassi procede alla raccolta e all’inserimento delle segnalazioni nella banca dati documentale Rfi. Sempre secondo Panorama, tale segnalazione è stata trovata dagli investigatori anche nei server sequestrati all’azienda durante le indagini. “Uno dei magistrati ha smentito la circostanza affermando di non aver ancora potuto visionare tutte le risultanze investigative” riporta il settimanale. “Panorama, però, ha avuto più di una conferma sulla segnalazione fatta dai manutentori mesi prima dell’incidente”.

La domanda che ora si fanno gli inquirenti è per quale motivo non siano stati presi tempestivamente dei provvedimenti. Non è tutto: chi ha autorizzato i manutentori ad effettuare un intervento di emergenza, ossia l’inserimento della zeppa di legno ritrovata sotto il giunto incriminato, forse concausa del deragliamento? Un tipo di intervento correttivo ormai in disuso e che la stessa azienda ha definito “non previsto dalle normative tecniche e dai protocolli”. Le indagini, intanto, procedono spedite.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    bravi quando scappano i buoi chiudono le stalle