Commenta

'Con Trento più cattiveria':
coach Sacchetti presenta
prossimo match Vanoli

La Vanoli Cremona dopo l’opaca prestazione in trasferta ad Avellino di domenica scorsa, dove nulla ha potuto contro la forza d’urto dei campani, cerca immediato riscatto nel match di domenica al palaRadi alle 18,15 contro la Dolomiti Energia Trento reduce da 7 vittorie nelle ultime otto partite. E’ un team che gioca un basket in velocità passando dalla difesa all’attacco con efficacia. Cremona dovrà pertanto “rispondere” con una prestazione precisa in termini di transizione difensiva e attenzione ai dettagli. La squadra di coach Sacchetti è indubbiamente cresciuta nel rendimento ed aver guadagnato la salvezza matematica con largo anticipo non è stato certo un caso. Da qui alla fine della stagione si tratta di lavorare duro ma con assoluta serenità e crescere ancora, cercando di ottenere il miglior risultato possibile in termini di classifica.

Bisogna trasformare la voglia di fare ancora meglio in traguardo ambizioso che si definisce play-off scudetto. Nel gruppo c’è la giusta atmosfera sia durante gli allenamenti settimanali che in partita e questo significa che c’è ancora forte motivazione e non appagamento. C’è la fondamentale concentrazione andando tutti nella stessa direzione.

Tra gli uomini a disposizione di coach Buscaglia spiccano i nomi di Sutton, Silins, Forray, Gutierrez, Gomes, Hogue, Shields e Flaccadori. Trento ha quattro punti di vantaggio in graduatoria rispetto ai cremonesi ma questi hanno una gara in meno che recupereranno mercoledì 18 a Reggio Emilia. Un “ tour de force” (domenica prossima trasferta a Brindisi) per il sodalizio del presidente Aldo Vanoli dal quale usciranno importanti indicazioni per l’immediato futuro.

“Abbiamo ancora sei partite da qui alla fine del campionato, compreso il recupero di mercoledì prossimo con Reggio Emilia, e soprattutto quelle in casa sono basilari”, ha detto oggi pomeriggio in conferenza stampa coach Sacchetti -.  Domenica troviamo Trento che con Milano e Varese è, in questo momento, la squadra più in forma del campionato. E’ una squadra che fa della aggressività e dell’energia sia in attacco che in difesa il suo credo e che con queste armi riesce a mettere tutti in difficoltà.

Non sarà certamente una partita facile ma se riusciamo a portarla a casa potrà darci una grossa e ulteriore spinta. Dovremo fare un lavoro diverso e importante a rimbalzo perché Trento è una squadra che non ha un centro di stazza come la Sidigas che abbiamo incontrato domenica scorsa, ma tutti vanno bene a rimbalzo sia in attacco che in difesa, con i loro esterni che spesso risultano essere i migliori rimbalzisti alla fine dell’incontro. Se poi riescono a recuperare palla e a correre in contropiede, anche con i loro lunghi atipici che sanno farlo molto bene, allora diventa molto difficile contrastarli.

Dovremo certamente giocare una partita diversa per durezza mentale e cattiveria rispetto a quella di Avellino dove non si è vista la solita Vanoli. Siamo lì nel gruppone che si gioca i play off e vogliamo giocarceli dando tutto. Poi nella pallacanestro si può anche perdere, l’importante però è dare tutto quello che si ha”.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti