Commenta

Incendio in appartamento
in via Ghisleri, morto il
proprietario, Luigi Aquilino

foto Sessa

AGGIORNAMENTO ORE 16.20 – In via Ghisleri sono ancora in corso gli accertamenti delle forze dell’ordine, polizia di Stato, polizia locale e vigili del fuoco, nello stabile in cui attorno alle 13,15 di oggi è scoppiato un incendio che ha distrutto un appartamento al primo piano e causato la morte del suo occupante, Luigi Aquilino, 83 anni.  Per domare le fiamme sono intervenuti numerosi mezzi: dalle finestre al primo piano dell’edificio usciva fumo ancora due ore dopo. La strada è stata isolata dalla polizia. L’ultimo tratto di via Ghisleri è ancora chiuso al traffico, con deviazione obbligatoria in via Marmolada per chi proviene da piazza Libertà.

All’inizio dell’intervento di spegnimento incendio, un vigile del fuoco è rimasto leggermente intossicato: steso a terra, è stato subito soccorso dai colleghi e dai sanitari inviati dal 118, dopodiché si è ripreso senza necessità di ricovero.

La vittima è lo stesso proprietario dell’appartamento, che viveva solo. Pare che nell’appartamento e nel garage fossero accatastati molti oggetti, anche infiammabili che l’uomo accumulava da tempo. Circostanza che aveva allarmato gli altri inquilini, che anni fa avevano sporto denuncia. Pare che fosse stato anche avviato un procedimento, conclusosi nel nulla, durante il quale erano stati eseguiti sopralluoghi per valutare la salubrità degli ambienti. Dalle testimonianze di alcuni vicini di casa, l’uomo era benestante e ciononostante viveva senza luce e senza gas, utilizzando candele. Una situazione che potrebbe aver provocato le fiamme. Sulle cause dell’incendio tuttavia non ci sono ancora notizie ufficiali.

g.biagi

 

© Riproduzione riservata
Commenti