Commenta

Il 20 maggio al Museo
concerto della masterclass
annuale 'A più corde'

Concerto di chitarra, domenica 20 maggio, nell’ambito della rassegna Musica al Museo. Alle 11, nella Sala Manfredini del Museo Civico “Ala Ponzone”, finale della masterclass annuale A più corde con i solisti e l’ensemble Un pizzico di corda dell’Istituto di Istruzione Superiore Stradivari di Cremona diretti dal Maestro Francesco Molmenti. I solisti sono Dario Carollo, Davide Robuschi, Andrea Podgornik, Matteo Spagnol, Marta Boraso.

Aprirà il concerto Dario Carollo con Preludio n. 3 (Homage a Bach) di Heitor Villa-Lobos (Rio de Janeiro 1887 – 1959), a seguire Davide Robuschi eseguirà Danza Caracteristica di Leo Brouwer (Avana 1939), quindi Andrea Podgornik con Variations sur un Thême de G.F. Haendel op. 107 di Mauro Giuliani (Bisceglie 1781 – Napoli 1829), mentre Matteo Spagnol si cimenterà con Sarabanda di Ernst Gottlieb Baron (Breslavia 1696 – Berlino1760), Julia Florida (Barcarola) di Agustín Pío Barrios Mangoré (San Juan Bautista 1885 – San Salvador 1944) e Cancion y Danza di Antonio Ruiz-Pipó (Granada 1934 – Parigi 1997). Chiuderà questa parte del concerto Marta Boraso con alcuni brani da Sonatina Meridional di Manuel María Ponce (Fresnillo 1882 – Città del Messico 1948). Infine l’ensemble Un pizzico di corda, diretto dal M° Francesco Molmenti, eseguirà di Modest Petrovič Musorgskij (Karevo 1839 – San Pietroburgo 1881) La capanna sulle zampe di gallina (Baba Jaga) e La grande porta (Nella capitale Kiev) tratti da Quadri da un’esposizione – Ricordo di Viktor Hartmann.

Prima del concerto che, come sempre, è ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili, Cesare Gualazzini e il M° liutaio Fabio De Lorenzi presenteranno la chitarra Cipriano Soldi (Cremona? 1914) conservata ne “Le Stanze per la Musica” del Museo Civico “Ala Ponzone” che raccoglie la Collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti. Alla presentazione farà seguito una breve audizione del M° Francesco Molmenti.

© Riproduzione riservata
Commenti