Commenta

CremonaJazz 2018:
gran finale il 19 maggio
con Fabrizio Bosso

Gran finale per il CremonaJazz 2018: sabato 19 maggio alle 21, toccherà infatti a Fabrizio Bosso calcare l’arena dell’auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino.Un artista che, senz’ombra di dubbio, è oggi una vera e propria icona della tromba; nel concerto all’Auditorium Giovanni Arvedi, il musicista racconta sé stesso, le proprie passioni, l’amore per la canzone senza alcuna distinzione di genere o di epoca e la propria natura versatile e poetica.

Il programma spazia dai grandi temi del Jazz come “You’ve Changed” (che fornisce il titolo al CD e al concerto) o “Body and Soul”, a quelli del Soul-Blues come “Georgia On My Mind”; dai classici della nostra canzone d’autore (“Senza Fine”, “Estate”, “Azzurro”), a brani moderni e immortali come “Fragile” di Sting, senza dimenticare gli omaggi alle colonne sonore del Cinema italiano con “Nuovo Cinema Paradiso” e al Brasile con “Rio de Majo”.

Ad accompagnare la splendida voce della sua tromba, il suo fidato e rodato quartetto, anche se la “sceneggiatura” del racconto è affidata ad un maestro della scrittura orchestrale come Paolo Silvestri, che arricchisce il tutto con lo stupendo suono degli archi, regalando al pubblico attimi di autentica magia.

lI concerto è preceduto da AperiJazz, il momento musicale all’ora dell’aperitivo che coniuga il jazz con le specialità gastronomiche di Chiave di Bacco, il ristorante del Museo del Violino: sabato 19 maggio alle 18.30 appuntamento aperto a tutti con il trio formato da Giuseppe Bellanca (voce e trombe), Gaetano Valli (chitarra), Domenico Santaniello (contrabbasso).

 

© Riproduzione riservata
Commenti