2 Commenti

Monumento ferrovieri
caduti in via San Francesco:
incuria ed erba alta

Incuria e abbandono per il monumento ai ferrovieri caduti di via San Francesco d’Assisi, letteralmente invaso dalle erbacce, sia tutto attorno, sia addirittura sopra il monumento stesso. Una situazione di cui si sono lamentati sia i residenti della zona sia gli addetti del settore ferroviario. Tanto più che si tratta di un monumento importante, volto a ricordare le vittime del bombardamento su Cremona del 10 luglio 1944: 119 furono i morti e 82 i feriti. La cerimonia di commemorazione viene fatta ogni anno il 10 luglio, ma durante il resto dell’anno il monumento rimane abbandonato a se stesso.

Il 10 luglio 1944 Cremona subì un terribile bombardamento, senz’altro il più duro tra i numerosi che colpirono il nostro territorio nell’anno che precedette la fine della seconda guerra mondiale. Prima delle 11, apparvero in cielo i bombardieri: vennero sganciate più di 50 bombe, di medio e di grosso calibro. L’obiettivo erano la stazione e lo scalo ferroviario, ma altre zone del quartiere di Porta Milano furono devastate. Perirono anche 13 militari tedeschi. Tra la Cremonella e la via S. Francesco d’Assisi morirono più di 20 ferrovieri.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Ma non c’erano baldi giovani richiedenti asilo ingaggiati dal comune a dar manforte ai giardinieri comunali?

    • Mirko

      Si…..c erano