Ultim'ora
Un commento

Il Volley Ostiano guarda
già al futuro: Bolzoni e Schiavo
papabili al posto di Magri

Il day after di un’impresa come quella compiuta mercoledì sera dalla Csv-Rama Ostiano, promozione in B1, la quarta consecutiva, dovrebbe essere fatto di risposte alle congratulazioni che arrivano copiose e un po’ di sano riposo dopo la sbornia di emozioni. E invece il giorno dopo di Patrizio Ginelli, deus ex machina di questo Ostiano Volley, è già fatto di sondaggi tra sponsor, atlete e allenatori.
“Forse è brutto sia così – attacca Ginelli – ma ora inizia la fase della preparazione della nuova stagione in serie B1 e con dirigenti e sponsor stiamo già iniziando a verificare disponibilità e scelte da effettuare a breve termine”.
Prima però ci si può godere un po’ questa soddisfazione?
“Ovvio, una soddisfazione straordinaria perchè totalmente inattesa. Se nel primo ciclo di Ostiano, targato Edilkamin, avevamo sviluppato progetti pluriennali, in questo, targato Csv-Rama, abbiamo messo in fila una promozione all’anno. Quest’anno poi la promozione non era nei piani pur nella consapevolezza di aver allestito una squadra capace di difendersi su ogni campo. Credo che molto dipenda dal clima di familiarità che la società ed il paese riescono a creare e che le ragazze percepiscono e, immagino, fanno proprio. Per questo ci tengo a ringraziare tutto lo staff dirigenziale, dal presidente Walter Guzzoni in giù, tutte le ragazze perchè sono state straordinarie, ed uno staff tecnico eccezionale fatto di sei elementi che hanno permesso al gruppo di allenarsi al meglio”.
Ora l’addio a Valeria Magri, artefice di questa scalata.
“Una scelta che un po’ mi ha stupito ma che rispetto profondamente e che rientra nella logica delle cose. Auguro a lei un futuro pieno di successi, che sono certo otterrà, e di trovare una società nella quale possa lavorare al meglio. Allo stesso modo mi auguro di trovare un tecnico che tecnicamente e umanamente possa ottenere i successi ottenuti da Valeria e lasciare un segno come lei ha fatto”.
Il tecnico è la priorità?
“Ovvio. Abbiamo già alcuni nomi sul taccuino, tra i quali quelli di Giorgio Bolzoni, ex vice della Pomì, e Filippo Schiavo, già vice a Piacenza, ma anche altri ed altri ancora arriveranno in questi giorni. Contiamo di chiudere a breve per poi dedicarci alle giocatrici. L’idea del consiglio sarebbe quella di mantenere lo zoccolo duro, di operare pochissime operazioni perchè siamo convinti che questa squadra possa difendersi bene anche al piano superiore. La forza di questa squadra è stata quella di essere composta da dodici titolari, dodici persone che hanno remato nella stessa direzione senza personalismi e isterismi. Da qui vogliamo ripartire”.
Un accenno al pubblico?
“Sono rimasto senza parole quando ho visto la coreografia e sentito i cori. Dobbiamo ringraziare Eleonora Ponzoni che ha fatto da riferimento ed ha organizzato e coordinato il tutto ed i tifosi della Pomì che sono venuti a sostenerci. Davvero stupendo”.

© Riproduzione riservata
Commenti