Commenta

Decapitato dal montacarichi
Indagini mirate a capire il
perchè del malfunzionamento

Sono attesi sviluppi investigativi sulla morte di Andriano Zerbi, l’81enne di Fiesco rimasto vittima, sabato pomeriggio, di un terribile incidente domestico. L’uomo, ex operaio, invalido e costretto sulla sedia a rotelle, è morto decapitato dall’elevatore montato all’interno della sua abitazione, un montacarichi che l’anziano, da quando sue le condizioni fisiche non gli consentivano più di salire le scale, usava regolarmente per spostarsi ai piani della casa. Questa volta qualcosa nel meccanismo non ha funzionato. L’ascensore con dentro l’81enne si è azionato autonomamente nonostante la porta fosse ancora aperta. L’uomo è rimasto intrappolato all’altezza del collo e i numerosi tentativi di spegnere il dispositivo da parte della nuora, l’unica persona, oltre all’anziano, ad essere presente in casa, sono stati vani. Ora sono in corso le indagini da parte dei carabinieri che mirano ad individuare la causa del malfunzionamento dell’ascensore, al momento sotto sequestro. I funerali di Zerbi verranno celebrati domani mattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di Fiesco.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti