2 Commenti

Strada Sud a quota 2300
firme, parte l'iter per modifica
regolamento del referendum

Sono 2300 ad oggi le firme raccolte per chiedere l’indizione del referendum sulla Strada Sud. A dirlo Maria Cristina Arata presidente del comitato di quartiere via Giordano Cadore, che anche oggi era presente in corso Campi con un banchetto per la raccolta delle sottoscrizioni. Il Comitato sta lavorando a ritmi frenetici e conta – dice la stessa Arata – di terminare la raccolta entro fine mese. In tempo per la scadenza del 15 luglio, termine massimo entro il quale deve essere raggiunto il numero di firme necessario, 2800.
La raccolta proseguirà anche domani e domenica in piazza Cadorna, approfittando delle bancarelle di san Pietro.
Intanto il consigliere 5stelle Lucia Lanfredi fa sapere che per il 4 luglio è convocato l’ufficio di presidenza con tutti i capigruppo in consiglio, per discutere della modifica al regolamento comunale che non prevede per i cittadini la possibilità di indire quesiti referendari se non nel mese di febbraio di ciascun anno.
Michela Cotelli

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    Bravi e corraggiosi, i volontari raccogli-firme, che si battono per la soluzione del grave problema di via Giordano. Anche se magari non si farà, parlare della Strada Sud fa in modo che questi cittadini asfissiati quotidianamente non siano dimenticati, e che l’amministrazione comunale deve trovarvi una soluzione.

    Come peraltro ha promesso più volte.

  • Jo lega

    Amministrazione arrogante ma il PD finirà come è finito in tutta italia