Commenta

Dalle file della maggioranza
epiteti ingiuriosi nei
confronti della minoranza

Lettera scritta da Andrea Sozzi - vice presidente Consiglio Comunale

A proposito della “caciara” di cui sono accusati i politici di centro-destra, ci tengo a informare pubblicamente il sig. Roberto Galletti, segretario del Pd cittadino, che, nella la seduta di riunione dei capigruppo a cui ho presenziato in qualità di vice presidente del consiglio comunale – mentre  lo stesso Galletti non era presente – dalle file del Pd e della maggioranza sono volati epiteti ingiuriosi nei confronti della minoranza e anche del sottoscritto, vero motivo per cui ho abbandonato la seduta e ho deciso di adire le vie legali.

Dalle file del suo partito, poi, non si sono risparmiati nemmeno uscite sessiste, come un “taci, maestrina” intimato più volte con furia alla consigliera Ceraso, che, in quanto avvocato, era entrata nel merito giuridico della questione dibattuta.

Stranamente, nessun paladino della donna  si è degnato di intervenire contro la discriminazione di genere, nemmeno quelli che ci rimbambiscono continuamente le orecchie di “assessora” e “consigliera”.

Un comportamento vergognoso, causato a mio avviso dall’impotenza per la debolezza politica e argomentativa degli attuali consiglieri del centrosinistra. Un povertà di stile che si sta ripetendo da tempo e che meriterebbe, se non una parola di scuse, almeno il decoroso silenzio da parte dei vertici del partito.

© Riproduzione riservata
Commenti