Commenta

Beffa Trenord, sciopero
nel weekend senza
fasce garantite

Dopo l’ennesima settimana di disagi per i pendolari, anche il weekend non preannuncia nulla di buono per chi si deve spostare in treno. Dalle ore 21.00 di domani, sabato 21 luglio, alle ore 21.00 di domenica 22 luglio 2018 è stato proclamato uno sciopero nazionale che coinvolge il trasporto ferroviario e al quale potrebbe aderire sia il personale appartenente al Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane sia quello appartenente appunto a Trenord.

Sabato viaggiano regolarmente i treni già in corsa o con partenza prevista prima delle ore 21.00 e che arrivano a destinazione entro le ore 22.00. Da Trenord fanno sapere che essendo giornata festiva non sono previste fasce garantite. A risentire dello sciopero anche i collegamenti con l’aeroporto di Malpensa. Saranno infatti coinvolti anche i collegamenti aeroportuali “Milano Cadorna/Milano Centrale – Malpensa Aeroporto” e “Malpensa Aeroporto – Bellinzona”. Sono previsti autobus no stop per l’eventuale sostituzione delle corse non effettuate tra Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio. Gli unici treni garantiti saranno quelli a lunga percorrenza Eurocity da/per Vienna e Monaco di Baviera effettuati da Trenord con partenza/arrivo rispettivamente da Venezia e Bologna.

“Essendo prevedibili ripercussioni a conclusione dello stesso”, Trenord invita “a prestare attenzione sia agli annunci on-air diffusi in stazione che alle informazioni in scorrimento sui monitor”, oltre che a consultare il sito o l’app sul proprio smartphone. Lo sciopero è stato indetto da parte delle OO.S.S. CAT Coordinamento Autorganizzato Trasporti e CUB Trasporti.

© Riproduzione riservata
Commenti