Commenta

Presentato in Comune
il torneo internazionale
di tennis in carrozzina

Sulla linea di partenza il noto Torneo di Tennis in Carrozzina, che quest’anno si svolgerà dal 6 al 9 settembre sui campi della società Canottieri Baldesio, a partire dalle ore 09:00.

La conferenza stampa, molto partecipata, si è aperta con la consegna del ricciolo di violino offerto da Simeone Morassi, ed è proseguita con la presentazione del Torneo che, come hanno sottolineato il Sindaco e i molti intervenuti, costituisce un valore non solo per lo sport ma anche per la città di Cremona.

Il Torneo Internazionale Future Maschile di Tennis in Carrozzina rappresenta infatti solo la punta dell’iceberg di un percorso molto più lungo e impegnativo, sia da parte della squadra – che recentemente si è classificata tra le prime 4 nel campionato italiano a squadre di tennis in carrozzina – sia da parte degli organizzatori. Il Torneo, unitamente alle esibizioni dimostrative e agli incontri nelle scuole che si sono svolti nell’arco dell’anno, è parte integrante del “Tennis in Carrozzina: un progetto sociale” della Commissione “Disabilità nello sport e nella scuola” del Panathlon International Area 2 Lombardia.

Un appuntamento consolidato, quindi, ma in grado di rinnovarsi ogni anno.
Tra le novità principali di questo 2018 infatti è doveroso segnalare la partecipazione dell’Associazione Diabetici di Cremona, che nella giornata di sabato 8 settembre offriranno la possibilità di eseguire screening per la prevenzione della malattia, quella di Sara Bordo – mental coach che offrirà in via totalmente gratuita supporto alla squadra – e una dimostrazione di foot-golf con la squadra del Crema Calcio Non Vedenti, prevista per il pomeriggio di venerdì 7 settembre.

Parteciperanno al Torneo una trentina di giocatori: tra gli italiani Ivan Tratter, 36° al mondo e Silvio Culea, che invece è 45°.
Presenti anche diversi atleti stranieri provenienti da Austria, Germania, Svizzera, Romania, Spagna e Marocco.
“Atleti che sono per noi esempio di forza, spirito di volontà passione sportiva ma anche e soprattutto passione per la vita” sottolinea il Sindaco Gianluca Galimberti, poiché hanno lottato, nonostante le difficoltà iniziali, decidendo di “vincere per la vita”.

Presenti anche l’Assessore allo Sport del Comune di Cremona Mauro Platé, il Vice presidente della Baldesio Stefano Arisi, il Presidente del Rotary Club Cremona Giuseppe Lauritano e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Regionale Pierangelo Santelli.

L’iniziativa, che si avvale dell’aiuto e del sostegno di innumerevoli sponsor, di volontari e di professionisti, sposa esattamente gli ideali e i principi del Rotary Club – specifica il Presidente Giuseppe Lauritano, che cita il motto principe del Rotary International: “servire al di là di se stessi”.

Grazie alla collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale, sarà inoltre presente anche un gruppo di studenti del Liceo Scientifio, del Liceo Classico e dell’Istituto Ghisleri di Cremona, che porteranno il loro contributo come volontari.

Oltre ai premi in denaro, previsti dalla Federazione Internazionale Tennis, ci saranno anche 4 weekend messi a disposizione dall’APT Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, due soggiorni in città europee consegnati agli organizzatori da Barbara Bortesi di Planetario Viaggi di Robintur di Cremona e diversi altri premi offerti dalle Botteghe del Centro di Confcommercio Cremona, Ballarini, Cantini Distribution Service, SH+, Fieschi, Top Tennis e Pomì.

Anche quest’anno il servizio di fisioterapia verrà assicurato dagli studenti del corso di laurea dell’Università di Brescia, presso l’ASST di Cremona, seguiti dal responsabile Cristian Carubelli.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti