Un commento

A ottobre via i lavori in
corso Garibaldi: tra gli arredi
anche le panchine 'smart'

Per la durata del cantiere, in sinergia con Aem, verrà raddoppiata l’agevolazione sulle tariffe nel parcheggio Villa Glori con la prima ora gratis.

Nuove panchine tecnologiche con presa per ricaricare i dispositivi elettronici, la pavimentazione di pregio e una serie di animazioni: questo il contenuto del programma di rilancio di corso Garibaldi a Cremona, presentato nel pomeriggio di giovedì durante una riunione del Duc, in cui si è parlato anche di via Goito e del palazzo Affaitati. In un comunicato stampa a fine riunione, il Comune informa che “la riqualificazione va a completare il lavoro già fatto in questi anni, come i progetti di rigenerazione urbana, la collocazione della statua di Stradivari davanti alla casa del liutaio, l’organizzazione della rassegna Sguardo ConCorde, ecc. Ora il comparto è pronto a essere rilanciato, a partire proprio da corso Garibaldi, con un progetto che prevede una serie di azioni strutturate. Un progetto denominato ‘Un nuovo corso’ che consiste in azioni di rigenerazione strutturale, commerciale e attrattiva e che punta ad essere anche una sperimentazione da verificare ed eventualmente estendere ad altri comparti della città”.

“Il primo step – continua l’amministrazione – sarà la nuova pavimentazione di pregio, un investimento importante (circa 350mila euro circa) per rendere strutturalmente più bello, più attrattivo e più fruibile corso Garibaldi. Un’opera che consente sicuramente una rivalutazione al rialzo dei locali e un conseguente incentivo alla ripresa e/o all’apertura di attività commerciali”.

LE FASI DEL CANTIERE – I lavori partiranno ad ottobre e, al massimo in 60 giorni il corso potrà essere fruibile nella sua interezza. Il periodo scelto per i lavori dipende dalle disponibilità economiche e dal fatto che i lavori non possono essere realizzati nei mesi freddi. Il cantiere consisterà nel posizionamento della pavimentazione di pregio, in continuità con l’assetto di corso Campi. Durante il cantiere, che si svilupperà in due fasi per limitare i disagi (1- da via Milazzo a via Goito; 2- da via Goito alla fine), corso Garibaldi sarà comunque percorribile attraverso entrambi i marciapiedi da pedoni e da ciclisti con bici a mano per il tratto interessato dai lavori. Il cantiere sarà appositamente rivestito con pannelli che valorizzeranno le attività commerciali presenti e caratterizzato da oblò che consentiranno ai passanti di seguire l’andamento dei lavori. In questo modo si intende sfruttare il cantiere come possibile elemento di attrazione”.

PANCHINE CON ALLACCI PER DISPOSITIVI MOBILI  E PARKING VILLA GLORI GRATUITO PER UN’ORA DURANTE CANTIERE – In base alle esigenze del transito carico e scarico, alle indicazioni della Sovrintendenza (corso Garibaldi è vincolato) e alle caratteristiche strutturali della via, è in corso la progettazione di arredo urbano di pregio, coerente con l’arredo del centro storico, che coniuga fruibilità e innovazione. L’obiettivo è quello di rendere il corso più attrattivo, anche sfruttando l’arredo urbano. Verranno posizionate panchine con allacci per ricaricare dispositivi mobili e fioriere con sedute per garantire punti ombreggiati di sosta e di aggregazione. Per la durata del cantiere, in sinergia con Aem, verrà raddoppiata l’agevolazione attualmente vigente, proponendo la prima ora gratis al parcheggio di Villa Glori. Tale misura, che si inserisce nelle azioni messe in campo per rendere i lavori un’opportunità di rilancio fin dal loro inizio, verrà pubblicizzata nella grafica del cantiere, da categorie e commercianti presso i propri clienti. Inoltre, saranno garantiti stalli carico e scarico a ridosso del cantiere.

“L’Amministrazione – continua il comunicato – intende inoltre incontrare i commercianti e i proprietari dei negozi del corso. Con questi ultimi, a fronte di una indubbia rivalorizzazione degli immobili, l’Amministrazione intende rilanciare, per le proprie competenze, una interlocuzione sul ‘caro affitti’, anche presentando il piano di incentivi sul centro storico recentemente approvato. Verrà, inoltre, coinvolto il comitato di quartiere e prodotto un volantino informativo da distribuire ai residenti.“

GRANDE SPAZIO AGLI EVENTI – Grande spazio anche agli eventi, che sono già in agenda, come Sguardo ConCorde e le feste già calendarizzate. In particolare, Salame e Torrone, si svolgeranno con l’attenzione massima di garantire il massimo afflusso da e per il corso. Anche per quanto riguarda la programmazione degli eventi natalizi verrà dato particolare risalto anche a corso Garibaldi riqualificato. Il Settore Cultura, Musei e City Branding sta pianificando, una volta inaugurato il nuovo corso, una serie di appuntamenti e animazioni per affollare la via nei periodi gennaio-maggio non coperti dal programma di rigenerazione urbana. L’Amministrazione è ovviamente aperta a proposte e iniziative sia da parte delle categorie, sia da parte dei commercianti.

VIA GOITO – Per quanto riguarda via Goito, il cantiere è pronto per essere avviato. La prossima settimana verranno consegnati i lavori alla ditta esecutrice per la riqualificazione dell’area ex Supercinema che dureranno circa un mese. Verrà rifatta la pavimentazione e realizzato un sistema di raccolta delle acque bianche, verranno posati arredo urbano con gazebi ombreggianti e sedute, cinque pali per l’illuminazione pubblica, una telecamera di sicurezza per una sorveglianza 24 ore su 24. Non sono previste modifiche alla viabilità e via Goito resterà percorribile per tutta la durata dei lavori. Verrà realizzato su una parete, grazie alla creatività del Centro Fumetto Andrea Pazienza, un apposito murales.

PALAZZO AFFAITATI – A Palazzo Affaitati prosegue intanto a ritmo serrato il trasloco di Informagiovani e Centro Fumetto presso gli spazi riqualificati dell’ex Museo Stradivariano. L’inaugurazione di questo nuovo punto di attrazione avverrà il 27 settembre. Informagiovani e Centro Fumetto entreranno da quel momento a far parte del complesso storico tra via Ugolani Dati e via Palestro, andando a costituire così, propio in quel punto, a due passi da corso Garibaldi e con Pinacoteca, Museo di Storia Naturale e Biblioteca statale un vero e proprio polo di cultura, lavoro e giovani. Questa operazione ha consentito anche al Comune di Cremona un risparmio sulle locazioni passive di 40mila euro l’anno.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Così gli immigrati potranno ricaricare i loro cellulari mentre gigioneggiano per la città.