Commenta

Con la 'Tosca' il 5 ottobre
inaugura la Stagione
d'Opera del Ponchielli

La Stagione d’Opera 2018 del Teatro Ponchielli inaugura, venerdì 5 ottobre ore 20.30 (replica sabato 6 ore 20.30 e domenica 7 ottobre ore 15.30), con un nuovo allestimento di Tosca di Giacomo Puccini. La raffinata ed elegante regia è a cura di Andrea Cigni, che con successo ha firmato numerosi titoli in Italia e all’estero, mentre la direzione è affidata a Valerio Galli, giovane direttore d’orchestra, profondo conoscitore del repertorio pucciniano.

Considerata l’opera più drammatica di Puccini, Tosca è ricca di colpi di scena e di trovate che tengono lo spettatore in costante tensione. Il discorso musicale si evolve in modo altrettanto rapido, caratterizzato da incisi tematici brevi e taglienti, spesso costruiti su armonie dissonanti, come quella prodotta dalla successione degli accordi del tema di Scarpia che apre l’opera.

La vena melodica di Puccini ha modo di emergere nei duetti tra Tosca e Mario, nonché nelle tre celebri romanze, una per atto (Recondita armonia , Vissi d’arte , E lucevan le stelle ), che rallentano in direzione lirica la concitazione della vicenda. L’acme drammatico è invece costituito dal secondo atto, che vede come protagonista il sadico barone Scarpia, nel quale l’orchestra pucciniana assume sonorità che anticipano l’estetica dell’espressionismo musicale tedesco.

Il Teatro Grande di Brescia sarà capofila di questo titolo pucciniano, nuova produzione a cura di Andrea Cigni, regista toscano che negli ultimi anni si è imposto come uno dei più interessanti registi italiani anche nel panorama internazionale. La concertazione musicale è affidata a Valerio Galli, cresciuto nella terra in cui Puccini ha scritto la maggior parte dei suoi capolavori e non a caso Tosca è il suo titolo d’esordio avvenuto nel 2007.

© Riproduzione riservata
Commenti