Commenta

Capitale della traduzione
nel Mediterraneo: consegnati
i premi intitolati a Gherardo

La Sala dei Quadri di Palazzo Comunale ha ospitato sabato 6 ottobre la cerimonia di premiazione dei vincitori della quarta edizione del Premio Internazionale Gherardo da Cremona per la promozione della traduzione nel Mediterraneo. Ogni anno, dal 2015, quando venne creato, il Premio viene consegnato in una delle città che ospita le istituzioni che hanno dato vita a questo prestigioso riconoscimento.
Quest’anno, dopo Toledo, La Valletta (Malta) e Casablanca (Marocco), è stato il turno della nostra città. I fondatori del Premio sono infatti l’Università di Castilla-La Mancha, la Fondazione per le Scienze Umane e gli Studi Islamici Re Abdul-Aziz Al Saoud, il Programma MED21, il Comune di Cremona e la Scuola di Traduttori di Toledo. Membri associati, la Fondazione Anna Lindh, Beit al Hikma (Tunisia), la Scuola di Traduttori e Interpreti di Beyrouth (ETIB), l’Università di Saint-Joseph, ACE Traductores, Conferencia de Centros y Departamentos de Traducción e Interpretación del Estado Español (CCDUTI).
Presenti autorità civili e militari, Maria Paola Negri, dell’Università Cattolica di Brescia, ha tenuto la prolusione sulla figura di Gherardo da Cremona, Giradus magister artium. A seguire un momento musicale che ha visto protagonista la musicista Lena Yokoyama che, suonando il violino “Marcello Ive”, appartenente alla Collezione Liuteria Contemporanea del Museo del Violino, vincitore del Concorso della Triennale del 1988, ha eseguito Méditation dall’opera Thaïs di Jules Massenet e Danza ungherese n. 5 di Johannes Brahms.

Dopo questo intrattenimento, molto apprezzato dal folto pubblico presente, la cerimonia è stata aperta dal saluto del Sindaco Gianluca Galimberti che, dopo avere preso spunto da alcune frasi pronunciate dal musicista Jordi Savall sull’importanza della cultura in senso lato, ha sottolineato l’importanza del dialogo tra Paesi diversi, nell’ottica di costruire insieme sinergie e posizioni che consentano di creare contesti favorevoli per lo sviluppo reciproco, senza alcuna distinzione tra Nord e Sud del mondo. Oggi, ha detto tra l’altro il Sindaco, grazie a Gherardo da Cremona, la nostra città si è collocata al centro del Mediterraneo, luogo di incontro e scambio per rendere le nostre realtà sempre più vicine, promotrici insieme di sviluppo economico, sociale e culturale.

Dopo di lui hanno portato i rispettivi saluti Mohamed Nadir Aziza, Presidente del Programma MED21, e Teresa Santamaría Hernández, Direttrice della Scuola di Traduttori di Toledo, nonché Segretaria Esecutiva del Premio intitolato a Gherardo da Cremona.
Spazio poi alla consegna dei premi. Il Sindaco Gianluca Galimberti e Mohamed Nadir Aziza hanno consegnato rispettivamente il premio e il diploma al siriano Muauia Alabdulmagid, vincitore per la categoria traduttori Riva Sud.
L’italiana Isabella Camera d’Afflitto, vincitrice per la categoria traduttori Riva Nord, ha ricevuto il premio e il diploma dalla Presidente del Consiglio Comunale Simona Pasquali e da Teresa Santamaría Hernández.
La Vice Sindaco Maura Ruggeri e Mohamed Shgir Janjar, Direttore della Fondazione Re Abdul-Aziz Al Saoud, hanno consegnato premio e diploma a Dirk Sacré in qualità di Presidente dell’Academia Latinitati Fovendae, vincitrice categoria Istituzioni Riva Nord.
Come da tradizione, tutti i tre i vincitori hanno tenuto un discorso di ringraziamento.
Riconoscimento speciale è andato alla memoria all’egiziano Ali Ibrahim Menufi (1949-2018), titolare della cattedra di Lingua e Traduzione all’Università Al Azhar de Il Cairo sino al marzo 1988, grande studioso che, nella sua lunga e stimata carriera, è stato, tra l’altro, docente di università in Egitto ed Arabia Saudita, nonché insegnante di spagnolo per stranieri all’Università di Salamanca.

COINVOLTE ANCHE LE CLASSI QUARTE E QUINTE DI MANIN, ASELLI, VIDA, GHISLERI, TORRIANI – La cerimonia si è conclusa con il discorso pronunciato dalla Presidente del Consiglio Comunale Simona Pasquali che ha annunciato il Concorso per giovani traduttori “Gherardo da Cremona”, promosso dal Comune in collaborazione con il Liceo Ginnasio Statale “Daniele Manin”, il Liceo Scientifico “G. Aselli”, il Liceo Classico e Scientifico “M. G.Vida”, l’Istituto di Istruzione Superiore “A. Ghisleri”, e l’Istituto di Istruzione Superiore “J. Torriani”. Lunedì 8 ottobre uscirà il bando e in aprile numerosi studenti delle classi quarte e quinte potranno partecipare a questa iniziativa. Le lingue ammesse sono francese, spagnolo e inglese. Si sta inoltre lavorando per creare una sezione speciale del concorso di traduzione che riguardi l’arabo, rivolta a studenti e studentesse di lingua madre. Un invito agli studenti cremonesi a cimentarsi ed appassionarsi alla traduzione intesa non solo come esercizio didattico, ma soprattutto come un importante strumento di conoscenza.
La quinta edizione del Premio Internazionale Gherardo da Cremona per la promozione della traduzione nel Mediterraneo si terrà nel 2019 a Toledo, sede dell’omonima Scuola di Traduttori: l’invito a partecipare a questo importante appuntamento, che riprende il ciclo da cui si è partito, è stato formalizzato da Teresa Santamaría Hernández.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti