Un commento

Reazione Vanoli,
sbancata
Bologna 66-84

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA –VANOLI CREMONA 66-84

Parziali: 17-22, 37-38 e 54-63.

VIRTUS SEGAFREDO: Punter 6, Martin 10, Pajola 3, Taylor 6, Baldi Rossi 1, Cappelletti 3 , Kravic 8 , Aradori 16 , Berti 2 , M’Baye 8 , Cournooh 3, Camara,. All. Sacripanti

Tl 15-23 Tiri 2p 18-45 tiri 3p 5-23

VANOLI CREMONA: Saunders 9 Gazzotti,    Diener 8    Ricci 16   Demps 9 Ruzzier 3    Portannese ne   Mathiang 10,    Crawford 13     Aldridge 16   All Sacchett

T.l. 10-19, Tiri 2p 19-44 Tiri 3p 12-29

La Vanoli Cremona ha compiuto la grande impresa! Sovvertendo il pronostico sfavorevole della vigilia ha battuto al Paladozza di Bologna la Virtus Segafredo per 84-66. I felsinei stavano attraversando un ottimo momento di forma sia in campionato che in Champions League ma Cremona ha saputo bloccarli con una prestazione molto determinata soprattutto in difesa dove ha concesso poco ai locali. Il team di coach Sacchetti non ha mai avuto soggezione dei quotati avversari.

Inizio equilibrato con le due contenenti che si alternano al comando. Due “triple” consecutive di Aldridge portano Cremona sul 8-13 al 5’. Cinque punti di Pippo Ricci ed una conclusione di Demps ed i biancoazzurri vanno avanti 12-20 all’8’ per poi terminare al 10’ sul 17-22. Gli ospiti subiscono il gioco dei padroni di casa che con l’ex di turno Kelvin martin ribaltano la situazione 23-22 con parziale di 11 a 0.

La Vanoli Cremona rialza la testa dopo un time-out. Mette la persona giusta nella migliore posizione di tiro in attacco ed effettua un “contro break” di 7-0 tornando in testa 23-29 al 13’. Le “V Nere” recuperano ed impattano al 15’. 35-31 al 17’ ma Cremona resta a contatto e con una “bomba” di Demps va al riposo 37-38. Solo due tiri liberi concessi agli arbitri ai cremonesi in venti minuti!

La Vanoli inizia bene il terzo periodo non distraendosi. Travis Diener, con la classe che lo contraddistingue, dirige benissimo i suoi compagni in attacco cacciando indietro gli avversari quando provano ad avvicinarsi. 47-56 al 27’ e 49-59 al 28’. 54-63 al 30’ con ottima difesa dei lombardi che chiudono ogni varco. La retroguardia “ a zona” dei bianconeri crea difficoltà ai biancoazzurri, che incappano in un 2 su 10 al tiro (62-68) ma una “tripla”di Aldridge dà coraggio ai suoi 62-71 al 37’. Lo imita Ricci per il 64-81 ed il team di coach Sacripanti piano piano si spegne, consentendo alla Vanoli di intascare il meritato successo, il terzo in quattro giornate. Domenica prossima alle 18 al PalaRadi arriva la Dinamo Banco Sardegna Sassari.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    Grande Vanoli che stagione 4 partite 6 punti . gioco di squadra perfetto ed abbiamo ancora 2 americani Matiang e Tre Demps che devono ancora carburare , Ricci si merito il soprannome Super Pippo anche oggi partita Super 16 punti 7 rimbalzi e tantissima voglia di non mollare mai un esempio per i giovani