Commenta

Ha aperto i battenti la
XXIII edizione del Salone
dello Studente Junior

Sono oltre 400 i ragazzi che hanno affollato gli spazi del Centro Culturale di Santa Maria della Pietà in occasione dell’apertura della XXIII edizione del Salone dello Studente Junior, evento organizzato dall’Agenzia Servizi Informagiovani del Comune di Cremona e dedicato ai giovani che frequentano l’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado. Ragazzi che hanno visitato gli stand, hanno fatto numerose domande, chiesto informazioni e partecipato attivamente ai laboratori tematici proposti.

“Il Salone dello Studente – commenta al riguardo la Vice Sindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri – è riconosciuto e apprezzato da docenti, studenti e famiglie come una tappa fondamentale del processo di scelta. Da oggi al 1° dicembre l’orientamento, le competenze, il talento saranno alcuni dei temi centrali delle attività alle quali parteciperanno le numerose classi prenotate. Offrire strategie e strumenti adeguati per l’orientamento, aiutare i giovani a riconoscere, allenare e sviluppare le proprie competenze e a valorizzare il proprio talento sono gli obiettivi che l’Amministrazione comunale persegue non solo con questa manifestazione, ma anche attraverso tutte le iniziative messe in campo dall’Informagiovani: momenti di orientamento allo sportello di via Palestro e nelle scuole, progetti di alternanza scuola-lavoro, confronto con i genitori e i docenti, nonché altre progettualità”.

“Il Salone dello Studente da sempre è sensibile ai bisogni degli adolescenti e attento al futuro delle nuove generazioni”, dichiara il Direttore Generale dell’Agenzia di Tutela della Salute della Val Padana Salvatore Mannino, che aggiunge: “L’ATS vede in questa manifestazione un momento di consolidamento e rilancio dei nostri programmi, in particolare delle progettualità rivolte al mondo scolastico, ricomprese nel catalogo Costruire la Salute, orientate alla promozione della salute e all’adozione di scelte comportamentali salutari già a partire dai primi anni di vita. I nostri progetti sono realizzati in stretta collaborazione con l’ASST di Cremona, con l’ASST di Crema, con l’ASST di Mantova, con i Comuni, con l’Ufficio Scolastico Territoriale e gli istituti scolastici del territorio e con il Terzo settore, nella consapevolezza che il fattivo contributo di queste realtà contribuisca a portare risultati concreti per la salute della nostra comunità”.

“Il Salone dello Studente – sottolinea a sua volta il Presidente della Provincia di Cremona Davide Viola – rappresenta da tempo un riferimento nel panorama scolastico al servizio di studenti e famiglie. Orientamento, conoscenza, informazione e ricerca rappresentano gli elementi su cui indirizzare il proprio percorso scolastico che è allo stesso tempo un percorso di vita. Da qui l’importanza di toccare con mano l’offerta degli istituti del territorio e, in base alle proprie inclinazioni e competenze, effettuare i primi passi nella prospettiva della propria crescita personale, professionale e lavorativa. La XXIII edizione offre un ricco panorama di attività, servizi e possibilità di approfondimento. Anche Regione Lombardia, negli indirizzi per la gestione dei Centri per l’Impiego, in corso di approvazione, ha richiamato l’attenzione alla cura della filiera formazione-orientamento-lavoro. La Provincia di Cremona, da tempo, dedica attenzione ai temi dell’orientamento e dell’informazione orientativa e a questo fine ha elaborato la guida online Dopo la Terza Media rivolta a studenti, genitori e docenti interessati alla scelta del futuro corso di studi”.

“Ringrazio il Comune di Cremona e l’Informagiovani – afferma il Dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Cremona Franco Gallo – ed esprimo il più vivo apprezzamento per questa iniziativa. Sottolineo anche la novità di quest’anno: la presenza, con un proprio spazio espositivo, della Consulta provinciale studentesca: si tratta di un’importante occasione per le famiglie e gli studenti della scuola secondaria di primo grado di conoscere le funzioni e le attività svolte nello scorso anno scolastico dalla Consulta stessa”.

“Da tempo collaboriamo con l’Agenzia Informagiovani di Cremona – commenta Marco Tresoldi, Presidente del Gruppo Giovani Industriali di Cremona – nell’ottica dell’orientamento scolastico, elemento cruciale all’interno del percorso valutativo degli studenti e delle loro famiglie, oltre che valore molto sentito l’Associazione che rappresento. Siamo convinti che sia riduttivo collocare le attività orientative solo nelle fasi di passaggio e transizione in relazione alle scelte da affrontare. Essendo collegato alla formazione globale della persona e allo sviluppo dell’identità deve attraversare ogni ordine e grado di scuola e ogni disciplina. Per questo ringraziamo l’Agenzia Informagiovani per l’attività fondamentale che quotidianamente svolge, fatta anche dell’organizzazione del Salone dello Studente, momento di fondamentale importanza per gli studenti, anche per il supporto sui progetti che i Giovani Industriali propongono alle scuole di ogni grado”.

“Il nostro ringraziamento – sottolinea Maria Carmen Russo, responsabile dell’Informagiovani del Comune di Cremona – va ai co-organizzatori e agli sponsor che credono nel Salone e lo sostengono: Parma Allestimenti (main sponsor), ATS Val Padana, Provincia di Cremona, Ufficio Scolastico Territoriale, Associazione Industriali della provincia di Cremona, Credito Padano – Banca di Credito Cooperativo, La Provincia – Quotidiano di Cremona e Crema, Centro Commerciale Cremona Po”.

Prima o dopo la visita all’area espositiva, i ragazzi hanno potuto prendere parte alle numerose attività laboratoriali proposte. Orientamento, scelta, competenze, problem solving e metodo di studio cono i temi di alcuni dei laboratori proposti nel corso della mattinata.

Rimandare mai più

Rimandare gli impegni può diventare uno stile che caratterizza ogni aspetto della vita fin dai tempi della scuola. Nel corso di questo laboratorio, curato dal Servizio Orientamento dell’Informagiovani del Comune di Cremona e condotto dalla psicologa Marta Benazzi, i ragazzi sono stati guidati in una riflessione sulle proprie esperienze per trovare strategie per ottimizzare i tempi dello studio e strutturare un metodo efficace e funzionale alla gestione delle proprie attività.

Problem solving e scelte per il futuro

Nel corso del laboratorio, curato dal Servizio Orientamento del Informagiovani del Comune di Cremona e condotto dalla psicologa Silvia Gorno, i ragazzi hanno compiuto una riflessione su come poter potenziare le capacità decisionali e gestire in modo efficace la propria scelta attraverso l’abilità di problem solving. Successivamente i ragazzi, suddivisi in piccoli gruppi, sono stati guidati nelle diverse fasi di analisi della situazione problematica, valutando pro e contro di ogni scelta ed hanno potuto allenarsi alla definizione di obiettivi e di soluzioni.

La strada verso la scelta

Dinamiche e fattori che influenzano il passaggio verso la scuola secondaria di secondo grado sono stati al centro del laboratorio interattivo, a cura del Servizio Orientamento del Informagiovani del Comune di Cremona, condotto da Elena Bassi. L’obiettivo era stimolare i giovani ad una riflessione sui fattori interni ed esterni che intervengono in un percorso di scelta consapevole.

La mia vita in un CV: come raccontare chi sono e cosa so fare

Organizzato dal Servizio Orientamento dell’Informagiovani del Comune di Cremona e condotto da Elena Bassi, l’attività svolta in questo laboratorio ha stimolato i ragazzi a riflettere sul concetto di competenze e sull’importanza delle stesse nel mondo del lavoro che li attende. L’obiettivo era sottolineare l’importanza delle competenze, in particolare di quelle trasversali, evidenziando contesti e ambiti in cui poterle acquisire, allenare, potenziare e valorizzarle attraverso lo strumento del curriculum vitae.

Se impariamo a decidere, saremo pronti a scegliere

Il laboratorio, curato dalla Provincia di Cremona e condotto da Paola Feriancich, Emanuela Rinaldi e Paola Spanu, ha permesso agli studenti di riflettere sul tema della scelta da affrontare attraverso l’esplicitazione e condivisione dei significati e degli atteggiamenti nei confronti del futuro. L’attività, fortemente interattiva, era finalizzata a comprendere i fattori che portando ad una scelta piuttosto che all’altra, ad incrementare la consapevolezza degli studenti sulle conseguenze delle decisioni, sull’importanza di adattarsi ai cambiamenti e sulla necessità di pianificare le proprie scelte imparando a valutare risorse, vincoli, aspettative e interessi.

Il Salone prosegue fino a sabato 1 dicembre: le mattinate del 29, 30 novembre e del 1 dicembre sono riservate le classi terze delle scuole secondarie di primo grado prenotate che visiteranno l’area espositiva che ospita gli stand degli istituti di istruzione superiore, degli enti di formazione professionale e di altre realtà rappresentative del territorio. Sarà inoltre possibile prendere parte prenderanno parte ad uno o più laboratori dedicati all’orientamento, alla scelta, alla prevenzione, alla sicurezza, alla cultura. Il programma completo della manifestazione è disponibile in costante aggiornamento sul sito ufficiale www.salone-studente.it.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti