Commenta

Galimberti: 'Nel 2019 grande
mostra con quadri prestigiosi
da Amsterdam e Vienna'

Una grande esposizione in Pinacoteca prevista per il prossimo autunno/inverno con “quadri prestigiosi” provenienti dai Musei di Vienna ed Amsterdam. E’ quanto sta organizzando il Comune, come annuncia il sindaco Gianluca Galimberti nella risposta scritta alla Consigliera Maria Vittoria Ceraso che chiedeva, attraverso un’interrogazione, quali iniziative intendesse intraprendere il Comune in occasione della mostra su Sofonisba Anguissola che si terrà a Milano nel 2020 e quali rapporti intercorrono col capoluogo lombardo dopo il prestito dell’Arcimboldo durante l’Expo e del ’San Francesco in meditazione’ del Caravaggio in occasione della mostra ‘Dentro Caravaggio’ realizzata a Palazzo Reale a Milano dal 29 settembre 2017 al 28 gennaio 2018. In generale, i prestiti nazionali ed internazionali dei quadri, e quello del ‘San Francesco in meditazione’ è “un esempio dei criteri adottati in merito dall’Amministrazione”, “valorizzano le opere, il Museo Civico e la città” e vengono utilizzati come “spunto per importanti sinergie tra musei e tra città”, creando “in occasione delle assenze in Pinacoteca dei quadri più preziosi di importanti esposizioni”. Il sindaco cita infatti la mostra ‘Il regime dell’Arte’ curata da Vittorio Sgarbi e Rodolfo Bona allestita contestualmente al prestito proprio del ‘San Francesco in meditazione’ a Parigi. E così, con il prestito dello stesso Caravaggio nel 2019 ad Amsterdam e Vienna, nasce la volontà di allestire l’esposizione in Pinacoteca con tele provenienti proprio da queste due città.

Le ricadute positive di questa sinergia con Milano, in ogni caso, per Galimberti, sono da ricercare “in particolare in termini di comunicazione e promozione: Cremona è entrata nel circuito del programma milanese come una sorta di ‘fuori salone’ ed è stata promossa nei network milanesi, in particolare attraverso una conferenza stampa realizzata a Palazzo Reale, tramite canali web e con la partecipazione della città al ciclo di incontri ‘Conversazioni d’Arte’ con un appuntamento realizzato il 19 settembre e dedicato al nostro Palazzo dell’Arte e alla mostra ‘Il Regime dell’arte’”. Sempre in occasione del prestito del ‘San Francesco’, infine, sono stati avviati “contatti con il direttore Domenico Piraina in merito ad una collaborazione su Sofonisba Anguissola”. Considerando che “il Museo Civico non possiede dipinti della pittrice cremonese” e che nel 2016, anno dedicato al Cinquecento, è già stata “realizzata una mostra dal titolo ‘Concerto per Sofonisba Anguissola’ sul dialogo tra due artiste come la stessa Sofonisba e Gabriella Benedini”, l’Amministrazione intende “impegnarsi ad approfondire per il 2020, contestualmente alla mostra milanese, iniziative collaterali in città in ambito culturale e turistico”.

© Riproduzione riservata
Commenti