Un commento

Tentò una rapina in una
banca toscana. Individuato
e arrestato a Cremona

E’ stato rintracciato a Cremona e arrestato, Francesco Porto, 27 anni, di origini catanesi, autore di una tentata rapina avvenuta il 23 novembre del 2016 all’interno della Banca di Credito Cooperativo di Fornacette, nel comune di Calcinaia, in provincia di Pisa. Un pendolare del crimine, il 27enne, che aveva commesso un colpo anche a Cremona. Qui l’uomo, all’epoca incensurato, aveva lasciato le sue impronte e proprio grazie a questo particolare è stato collegato alla tentata rapina di Fornacette. Il pomeriggio del 6 dicembre i carabinieri della Stazione di Calcinaia, con la collaborazione dei colleghi di Cremona, lo hanno individuato proprio a Cremona. Il giovane è stato quindi arrestato su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Pisa per la tentata rapina commessa ai danni della filiale della Banca di Credito Cooperativo del comune toscano. Quel giorno il 27enne, disarmato, si era finto un normale cliente e sotto minaccia aveva intimato al personale di consegnargli il denaro della cassaforte. Il meccanismo di apertura meccanizzata, però, lo aveva fatto desistere e si era dileguato a piedi. A Cremona, invece, Francesco Porto era stato arrestato dai carabinieri nel giugno di quest’anno insieme ad altri tre complici per la rapina messa a segno il 15 maggio scorso alla Popolare di Viale Po. Porto, autore materiale del colpo, armato di taglierino, era entrato in banca e aveva minacciato il cassiere da cui si era fatto consegnare il denaro contenuto in cassa, pari a 6.650 euro. Un mese dopo la banda era finita in manette. Grazie alle impronte rilevate alla Popolare, si è quindi risolto anche il caso di Fornacette.

Sara Pizzorni 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    Dentro e via la chiave….gente inutile