Cronaca
Commenta1

Nasce la scuola forense degli avvocati di Cremona Giovedì la presentazione

Giovedì 17 gennaio dalle 16 alle 19 in Sala dei Quadri di palazzo comunale si terrà la presentazione della scuola forense dell’Ordine degli avvocati di Cremona. Saranno presenti il sindaco Gianluca Galimberti, il prof. Chizzoniti, direttore del Dipartimento Scienze Giuridiche dell’università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, e il prof. Manfredi, docente della stessa università per la collaborazione tra l’ateneo e l’Ordine.

La scuola forense, oltre ad organizzare un primo corso semestrale per i praticanti al fine di formare alla professione, ma anche di preparare all’ esame di avvocato, effettuerà anche corsi di alta formazione per gli avvocati quali quelli in diritto ambientale, per curatori e successioni.

I progetti sono diversi. Il corso per i praticanti è di 70 ore e vedrà la presenza di docenti dell’ateneo e di altri limitrofi e di avvocati, fra essi formatori della scuola superiore dell’Avvocatura del Consiglio Nazionale Forense quali l’avvocato Marzia Soldani, presidente dell’Ordine di Cremona, l’avvocato Daniela Radi e l’avvocato Maria Picasso.

Il consiglio direttivo della scuola è composto dalla stessa Soldani, presidente e direttore scolastico, e da quattro membri: i colleghi Arabella Cantalupo, Daniela Radi, Marcello Lattari e Maria Picasso. E c’è un comitato scientifico composto dagli avvocati Claudio Tampelli, Annamaria Petralito, Roberto Guareschi, Marco Simone e Giuseppe Manfredi della Cattolica di Piacenza.

Con la scuola Forense, l’Ordine vuole svolgere una attività di formazione, anche con la collaborazione dell’università, sia per gli avvocati che per i futuri avvocati in modo che una sempre maggiore preparazione e qualificazione professionale possa rendere una consulenza migliore ai clienti, supportando gli stessi nelle loro attività, per le loro diverse esigenze e nella difesa dei loro diritti.

“La presentazione della scuola forense con il sindaco”, ha dichiarato la presidente Soldani, “ci rende particolarmente soddisfatti poiché attesta la collaborazione sul territorio tra le diverse istituzioni, sinergia che deve esserci ai fini di un maggior sviluppo del territorio stesso con la garanzia della competenza e della professionalità dell’Avvocatura qui presente”.

© Riproduzione riservata
Commenti