Cronaca
Commenta

Canile, completata la parte sanitaria: una targa ricorderà Valentina Viero

Canile sanitario in dirittura d’arrivo, praticamente concluso dal Comune, grazie ai fondi espressamente destinati a ciò del gioielliere Luciano Somenzi. Una spesa  di circa 130mila euro, che ha consentito di mettere a norma la struttura e di ricavare 8 box con la funzione di accogliere i cani vaganti sul territorio per il periodo di quarantena prima di poter essere spostati nei canili rifugio. Non si sa ancora chi sarà a gestirlo, infatti spetta all’Ats individuare il soggetto e a questo scopo la scorsa estate era stato pubblicato un bando per sollecitare manifestazioni di interesse. In attesa dell’apertura, i cani rinvenuti sul territorio cremonese e negli altri  comuni convenzionati, vengono portati nel canile sanitario di Calvatone, convenzionato con la stessa Ats e con il Comune di Cremona per quanto riguarda il canile rifugio, una convenzione che scadrà a fine 2019. La riapertura del canile sanitario vedrà anche un omaggio alla giovane volontaria Valentina Viero, scomparsa qualche anno fa in un incidente, attraverso una targa che reca l’iscrizione: “A Valentina Viero per l’amore ed il rispetto con cui ha curato i suoi amici animali e a tutti coloro che lavorano in loro difesa”.

A poca distanza dal canile sanitario di proprietà del Comune, esiste anche quello dell’Associazione Zoofili che aveva a suo tempo acquistato l’area. Fino a dicembre scorso gli Zoofili, oltre alla parte di rifugio, avevano gestito anche il canile sanitario in convenzione con l’Ats, per conto dei comuni di Soresina e Grumello.

© Riproduzione riservata
Commenti