Politica
Commenta4

Centrodestra, ancora tante incognite e non solo nel capoluogo

Torneranno a parlare di programmi, ma ben difficilmente si arriverà alla parola definitiva sul candidato sindaco, i partiti e le liste civiche di centrodestra che lunedì si ritroveranno nella sede della Lega in vista delle elezioni amministrative. Il nome di Alessandro Zagni è tutt’altro che certo, nonostante sia l’unico ufficialmente in campo, a causa sia delle dinamiche regionali ancora da definire, sia per alcune resistenze interne alla stessa Lega cremonese. Ancora da chiarire la scelta del candidato sindaco anche in altri importanti centri della provincia, come Soresina, dove il centrodestra avrebbe ritrovato l’unità dopo lo smacco delle ultime votazioni andate al centrosinistra; o Sospiro, roccaforte degli azzurri che non hanno accettato il commissariamento deciso dal nazionale, con il sindaco uscente Abruzzi che ha dato vita, insieme a Fabio Bertusi ed altri primi cittadini, al progetto ‘Amministratori di centrodestra’: nel comune lungo la Giuseppina le liste di centrodestra dovrebbero essere due.

Dopo i gazebo della Lega in di ieri per la raccolta di firme a favore del ministro degli Interni Salvini, la settimana che si apre domani vedrà un altro appuntamento elettorale, con Forza Italia che organizza un incontro giovedì 7 febbraio alle ore 21 a Teatro Monteverdi dal titolo “Esperienze di buon governo”. Con Carlo Malvezzi e Gabriele Gallina (vice coordinatori FI) ci saranno il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, il parlamentare di FI Alessandro Cattaneo, già sindaco di Pavia e Lorenzo Maggi, vicesindaco di Lodi.

© Riproduzione riservata
Commenti