5 Commenti

Morosità, stop a tagli utenze
per nuclei fragili: accordo
tra Comune e Linea Più

Un accordo dedicato alla gestione delle morosità riferite a forniture di gas ed energia elettrica intestate a nuclei familiari che si trovano in situazione di vulnerabilità economica in carico ai Servizi Sociali: questo il contenuto del documento siglato nel pomeriggio di venerdì dal sindaco di Cremona Gianluca Galimberti e dal presidente di Linea Più Vito Savino.

Come previsto dall’accordo, il Settore Politiche Sociali provvederà a stilare, tenere aggiornato e condividere con Linea Più un elenco di forniture caratterizzate da un alto grado fragilità che il Comune sosterrà negli oneri legati ai consumi, mentre Linea Più si impegna a non sospendere o cessare, o limitare, per alcun motivo, senza previa comunicazione al Comune, le utenze relative ai soggetti inseriti in Elenco. Linea Più e Comune di Cremona istituiscono inoltre un gruppo di lavoro congiunto e permanente che si doterà di una procedura operativa efficiente e strutturata per la migliore gestione delle pratiche.

“Siamo estremamente felici di poter proseguire nel nostro percorso insieme ai Comuni per supportare le situazioni di fragilità che vi sono sul nostro territorio” ha dichiarato Savino. “L’accordo col Comune di Cremona ci permetterà, anche forti dell’esperienza fatta sul territorio di Pavia, di essere ancora più efficaci ed evitare disagi a chi si trova già in condizioni di difficoltà”.

“L’accordo siglato con Linea Più si inserisce nelle numerose iniziative che il Settore Politiche Sociali ha promosso a favore dei nuclei familiari che, per diversi motivi, si trovano a non poter far fronte alle necessarie spese di mantenimento per sé e per i propri congiunti” aggiunge Galimberti. “L’impegno profuso in questi anni, a fronte di un aumento di richieste, ha permesso di strutturare una modalità sempre più efficace per contrastare le situazioni di fragilità economica e ridurre le emergenze, soprattutto nella stagione più fredda”.

Alla sottoscrizione sono intervenuti l’Assessore al Welfare di Comunità Mauro Platè, che ha coordinato il percorso che ha portato alla stesura dell’accordo, e il Responsabile Operativo di Linea Più Giovanni Perrone, oltre al gruppo di lavoro congiunto, costituito da Marco Ferrari (Customer Operations di Linea Più), Massimiliano Piva (Recupero Crediti di Linea Più e da Giuseppe Spriveri (Responsabile del POIS – Porta Informativa dei Servizi Sociali).

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Ma ora che ci sarà il reddito di cittadinanza a chi é in difficoltà c’è bisogno anche di pagargli le bollette? Lo vedo un doppione, a meno che, visto che tra poco ci saranno le elezioni comunali…

    • Illuminatus

      Elezioni? Ah sì è vero..!

      • Orto

        Il dilemma è… Chi si vota???

  • Elio

    Poi immagino tutti i furbetti che non pagheranno piu bollette anche se fragili non sono. Mi immagino che bei controlli fanno i servizi sociali

  • Mirko

    Ora lo fanno…che bella campagna elettorale…queste cose mi ricordano Antonio albanese nei panni di cettola qualunque