10 Commenti

Via Gallazzi, in vigore
le nuove precedenze
'Traffico più scorrevole'

“Rendere più scorrevole il flusso veicolare su via Brescia nel tratto compreso tra via della Vecchia Dogana e via Gallazzi”. Era questo l’impegno, preso a suo tempo dall’Assessore alla Mobilità Alessia Manfredini e dai tecnici comunali in una serie di incontri con i residenti e con il Comitato di quartiere 5, che oggi si è concretizzato con l’attuazione dell’ordinanza che regola le nuove precedenze.

Infatti, d’ora in poi, i veicoli che percorrono via Gallazzi e che si immettono in via Persico avranno la precedenza rispetto a quelli provenienti da via Persico. In questo modo, fanno sapere dal Comune, “si alleggerisce il flusso del traffico in via Gallazzi che sarà più agevole percorrere per gli automobilisti provenienti da via Opifici e da via della Vecchia Dogana, con beneficio anche dei residenti in questo comparto”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gianluca

    Sarebbe bastato lasciare il sottopasso di Via Brescia a doppio senso, in modo da smaltire almeno le auto (con pedoni e bici a livello stradale) e non ci sarebbe stato bisogno di rivoluzionare alcunché.

    • Illuminatus

      Ma cosa dice?? Eresia!!!

    • fabry20023

      Sul doppio senso sarei d’accordo anche io,come era stato progettato,però i pedoni
      non si possono lasciare ad un passaggio pedonale a livello stradale : perchè l’intento delle ferrovie è quello di togliere tutti i passaggi a livello…i pedoni spesso sono un pericolo,specialmente quelli che hanno l’abitudine di passare sotto le sbarre…

      • Gianluca

        Ovvio che c’è sempre qualcuno che tenta di passare sotto le sbarre ma dal momento che a livello strada è stata elevata una staccionata, bastava creare un varco con un cancelletto automatico e si evitava all’utenza di dover scendere e risalire con fatica, specialmente se trattasi di anziani in bici o diversamente abili con carrozzella. Soluzioni del genere esistono da tempo, basta volerle adottare.

        • fabry20023

          O magari prevedere nel progetto un passaggio sotterraneo a fianco di quello più profondo,in direzione mantova , ma con profondità contenuta riservato ai pedoni e ai ciclisti con bici a mano,per evitare testate…anche se a qualcuno in bici la testata non farebbe male…premetto che anche io ho la bicicletta ma non mi comporto come certi “decerebrati” su due ruote…

          • Carlob

            Speriamo che passino quelli della giunta a prendere le testate

          • fabry20023

            Magari rinsaviscono ! No…è un’illusione…Presentano le cose ai cittadini fingendo di ascoltare e poi…niente !
            Per quel sottopasso sono stato partecipe di un “finto” dibattito di quartiere qui a San Bernardo e in sostanza avevano deciso tutto prima !

          • Gianluca

            Come in mille altre occasioni. Trasparenza e partecipazione…..

      • Carlob

        Questa è una buona idea

    • Carlob

      Cosa pretendi da un assessore che va a piedi o al massimo in bicicletta