Politica
Commenta47

Sarà quasi certamente Malvezzi lo sfidante di Galimberti

I tre leader del centrodestra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni si sono incontrati ad Arcore e hanno siglato un’intesa per “portare il buongoverno anche alla Regione Piemonte e in tutte le città dove si andrà al voto, proseguendo la lunga scia di successi”. Mancavano ancora tre caselle nel nord Italia: il candidato alla presidenza del Piemonte, il candidato sindaco di Pavia e quello di Cremona. Così sarà l’europarlamentare di Forza Italia Alberto Cirio a correre per la presidenza della Regione Piemonte alle elezioni amministrative del 26 maggio prossimo sfidando il presidente Chiamparino. Il candidato leghista a Pavia è Fabrizio Fracassi per cercare di togliere il sindaco a un centrosinistra dilaniato dalla polemiche. Infine a Cremona, il candidato che sfiderà Galimberti toccherà a Forza Italia. Logico pensare che possa essere Carlo Malvezzi, ex consigliere regionale e già vicesindaco con la giunta Perri. L’ufficializzazione del nome avverrà tra poche ore, ma tutto lascia presupporre che possa essere proprio l’ex consigliere regionale a doversela vedere con Galimberti. Come primo passo Malvezzi cercherà di proporre il ticket con Alessandro Zagni (vicesindaco) per togliere di mezzo le polemiche delle ultime settimane fatte perlopiù da ricercati pettegolezzi che da veri contrasti. Carlo Malvezzi, sposato e con tre figli, ha 55 anni. Dopo un percorso politico territoriale, sia come consigliere comunale e provinciale sia come vicesindaco con le deleghe di Assessore all’Urbanistica ed Edilizia Privata, è stato eletto in Consiglio Regionale della Lombardia nel 2013 non riuscendo ad essere rieletto lo scorso anno per una manciata di voti.

 

© Riproduzione riservata
Commenti