Un commento

Pendolari senza pace:
domenica sera quasi un'ora
di ritardo. Disagi quotidiani

Non c’è pace neppure la domenica per i pendolari cremonesi, a chiudere una settimana di disagi e ritardi praticamente quotidiani. Come riporta la Gazzetta di Mantova, infatti, il treno in partenza da Cremona per Milano alle 19.28 non solo è partito da Mantova con 20 minuti di ritardo, ma è arrivato a Milano solo dopo averne accumulati 52 (alle 21.30 invece che alle 20.40). Con buona pace di coloro che ripartivano per il capoluogo dopo aver trascorso il fine settimana in famiglia. Causa del disguido è stato un guasto al passaggio a livello tra Marcaria e Bozzolo. Ma a far maggiormente arrabbiare i viagiatori è stata la quasi totale impossibilità di ottenere spiegazioni sul ritardo, in quanto non si trovava personale di bordo. Solo la sera prima, il sabato, un altro guasto aveva riguardato la linea: il treno in partenza da Milano alle 19.15 era rimasto fermo a Casalpusterlengo ed aveva accumulato ben 90 minuti di ritardo.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    Le ferrovie si integrano molto con la cultura del terzo mondo