12 Commenti

Il Cremonese Leopoldo
nell'esercito popolare della
Siria a combattere l'Isis

Leopoldo Odelli, cremonese di 26 anni e attivista del centro sociale Dordoni, ha combattuto negli ultimi mesi nell’Unità di Protezione Popolare (YPG), in Siria del Nord, contribuendo alla caduta definitiva dell’Isis in Siria, avvenuta di recente, ma anche al portare avanti un innovativo progetto sociale. Il giovane Leo, come ha ricordato Michele Grioni Merli, portavoce del Dordoni, a margine del corteo del 25 Aprile, che era già stato come volontario nella Siria del Nord un anno e mezzo fa, ci è tornato alcuni mesi fa, per unirsi ai combattenti, lo stesso gruppo di cui faceva parte il recentemente scomparso Lorenzo Orsetti, caduto in Siria combattendo contro lo Stato Islamico.

E sono state proprio le parole di Orsetti, riportate su uno striscione, ad aprire lo “spezzone sociale” del corteo: “Ogni tempesta comincia con una singola goccia. Cercate di essere voi quella goccia”. Perché nel suo piccolo, ognuno può fare qualcosa. Proprio per questo Leopoldo ha deciso di arruolarsi: “Leopoldo si è arruolato in un esercito popolare” ha detto Michele Grioni Merli. “Un esercito che ha sconfitto militarmente l’Isis portando avanti un progetto sociale estremamente rivoluzionario. Leopoldo ha voluto dare il proprio contributo sia nella lotta contro lo Stato Islamico sia per contribuire a questo progetto rivoluzionario”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Un progetto rivoluzionario che si porta avanti abbracciando un fucile? una bella rivoluzione sarebbe eliminare le guerre, non foraggiarle, il contributo sociale lo si può dare evitando di sopraffare il prossimo… e questa sarebbe la sinistra pacifista? A me sembrano degli arretrati belligeranti! La libertà e la democrazia é tutt’altro!

    • Andrea Tentoni

      La libertà e la democrazia te l’hanno regalata con il sacrifico della vita tanti ragazzi sbarcati con gli alleati in normandia e i partigiani(TUTTI, prima che inizi a sproloquiare, russi, ucraini, francesi, italiani liberali azzurri o comunisti). Senza, facevi lo schiavo sotto la croce uncinata, non avresti passato il tuo tempo sui social. Se l’Isis è quasi stata sconfitta, a migliaia di chilometri da casa tua, lo devi a ragazzi come questo che, per semplici ideali, hanno imbracciato un fucile(non è un mercenario -come alcuni italiani vicino alle destre più o meno estremiste- che combattono in ucraina dalla parte di Putin, ne un ricco Contractor privato) assieme all’intero popolo curdo(che a voi tastieristi della domenica dice ben poco, sai per caso cosa sia il newroz? quale sia il ruolo della donna tra le popolazioni curde?come si barcamenano da anni grazie alla diplomazia democratica e liberale occidentale?), poco appoggiato dagli americani e schiacciato dai simpatici turchi di Erdogan. Libertà e democrazie è anche rispettare la scelta di questo individuo, specie quando ti sta liberando di un “grosso problema” creato dalle “democrazie” di cui ti riempi la bocca, prime a foraggiare la guerra in ogni dove. O, forse, preferivi averli qui alle porte di casa tua? Non è necessario commentare ogni cosa per partito preso, specie quelle di cui non si conosce un fico secco, si può anche solo leggere. Firmato un’obiettore di coscienza, pacifista, ma non cieco.

      • Roberto

        Sei un obiettore di coscienza un pò confuso se sei favorevole ad un azione armata, eseguita da persone che non sono nemmeno militari professionisti, poi muoiono e compare lo striscione su qualche palazzo istituzionale. Per quanto riguarda la libertà, mio nonno era un generale Dell esercito di mussolini, morto per mano di un voltagabbana partigiano, pertanto non parlarmi di partigiani. Comunque il tuo é un riassunto di poche idee e ben confuse, ti consiglio di rileggere bene la storia iniziando dal 1900

        • Andrea Tentoni

          Qui il confuso sei tu che parli a vanvera solo per dar contro a una parte politica che ti è avversa. Non sai una mazza del Kurdistan iracheno, degli yazidi, dei cristiani laggiù, ne di Erbil. Di che parli?Cosa giudichi? Piuttosto commenta il beota del dordoni che per aver un briciolo di risonanza finisce su Cremonaoggi dopo essersi giocato la credibilità cittadina da mó! Oltretutto confondi il povero Regeni, universitario ed idealista come tanti, con uno che ha liberamente scelto di mettersi in gioco; se morisse, come ne son già morti, non saresti infastidito da nessuno striscione (problemone eh), affari suoi! Che tuo nonno fosse fascista, fatti tuoi(ma comprendo meglio i tuoi esecrabili post sul 25aprile, rotfl), mi spiace per te, io fortunatamente non devo vergognarmi del mio; iscritto all’anpi, non ha mai ucciso nessuno, anzi, in campagna ne ha solo prese tante ma tante dagli amici di Farinacci e il resto le ha bevuto(olio di ricino), solo perché stava dalla parte povera della barricata:i lavoratori(prima nei campi, poi operaio elettricista autodidatta alla Pasta Combattenti). Purtroppo, per colpa dei generali idioti del fascista Mussolini, i veri voltagabbana di un’intero popolo mai alleato dei crucchi se non durante la terza guerra d’indipendenza, abbiam perso(disperso, mai riavuto il corpo)uno zio ad El Alamein e l’altro tornato dalle rive del Don con l’Armir è come se non lo avesse mai fatto. A differenza tua ho ben poco da studiare…

          • Roberto

            Mi fa piacere che segui i miei commenti, vuol dire che li trovi interessanti. Complimenti per la lezione di storia scolastica ma forse nessuno ti ha raccontato la vera storia e chi ha veramente fatto l’Italia, sicuramente non i comunisti che, come dimostrato anche dalla storia sono sempre stati oppressori e come dimostri anche tu, non accettate il pensiero diverso dal vostro. Per quanto riguardano tutti gli stupidi che vanno nei paesi belligeranti, se tornano dentro ad una cassetta di legno, non sono eroi, per me restano stupidi.

          • Andrea Tentoni

            Tranquillo non seguo nessun tuo commento, mi son solo voluto far due grasse risate leggendo le solite farneticazioni della mirabolante compagnie ‘amici ci sorcio verde’ e la risposta degli impresentabili difensori DEM. Il 25 Aprile non è la festa di Galimberti e manco la tua, sicuramente è la mia. Te lo ripeto di nuovo, inutile che tu veda COMUNISMO o COMUNISTI ovunque, le uniche unità partigiane comuniste erano le GAP, ma l’intero arco costituzionale esso fosse socialista, liberale, monarchico ne era rappresentato, anarchici compresi. Per quanto riguarda tutti gli stupidi che vanno nei paesi belligeranti, sono semplicemente fatti loro! Poi, io, che non sarei capace di prendere in mano un’arma manco se costretto, che abolirei la caccia domani ed eviterei di far diventare l’Italia un far west all’americana, personalmente faccio un bel distinguo tra chi va in Kurdistan contro DAESH e chi va in CRIMEA. Ma non pretendo che altri lo capiscano, semplicemente questo articolo non aveva bisogno di alcun commento settario perchè non ha alcun nesso. Continuate a preoccuparvi dei parcheggi, per cui a Cremona si è arrivati anche ad uccidere. fine.

          • Roberto

            Sei molto agitato quando scrivi, poi vuoi dimostrare di aver letto 4 pagine di storia riguardanti la seconda guerra mondiale(poi si ferma li la tua storia), nelle tue risposte c’é una repressa voglia di aver risposto a tutti i commenti che ho messo da 2018 ad oggi… Calmati o ti esplode lo smartphone fra le mani e soprattutto impara a rispettare e idee altrui

          • Andrea Tentoni

            Detto da uno che non ha manco letto quelle è quasi un complimento, prof! Mai risposto al gran sorcio verde finché non s’è improvvisato esperto in telecomunicazioni, figurati se avevo mai notato una macchietta minore. Ah dimenticavo, a differenza tua, io, nonostante non farei lo stesso, rispetto a pieno le idee di Leopoldo. Robi de mat…

          • Roberto

            Sei proprio un comunista, ti credi supremo e tuttologo, peccato che tu per loro non sei nulla, fammi indovinare, sei un giovane appena arruolato nella sinistra e vuoi farti strada. Te l ho già detto, cambia hobby, la politica ti risucchia e poi ti spara fuori dal posteriore come uno str…o! Vuoi strafare ma stai calmo che vali niente, come tutti i tuoi compagni

          • Andrea Tentoni

            Sei un fine antropologo mancato, con una sindrome comportamentale di accerchiamento rosso. Con quale logica matematica potrei mai essere giovane con un nonno nato durante la grande guerra? Non affannarti…

          • Roberto

            Vai dal tuo paparino che è appena arrivato con la Mercedes, e fatti accompagnare al Kavarna in mezzo agli zulù come te, i rivoluzionari del 2020 con l’iPhone e la zucca marcia al posto della testa

  • Elio

    L unico modo per far ragionare quei porci mussulmani fuori di testa è con un proiettile in testa. Mi spiace solo che debbano andarci civili a combattere i porci in aiuto del meraviglioso popolo curdo e le forze internazionali non comincino a comportarsi seriamente