10 Commenti

Elezioni: presentate le 4 liste
per Malvezzi e quella di
CasaPound del candidato Ratti

Sono quattro le liste depositate nella mattinata di venerdì a sostegno del candidato sindaco Carlo Malvezzi: Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Viva Cremona-Malvezzi Sindaco. Ma non ci sono solo le liste: la proposta del candidato di centrodestra è “condivisa in tutto da ben dieci tra partiti e movimenti, che sulla base delle rispettive sensibilità hanno deciso di sostenere questo progetto unitario, mettendo a disposizione persone ed idee: oltre a Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Viva Cremona-Malvezzi Sindaco, il centrodestra vede infatti il sostegno di Udc, Lombardia Ideale, Energie per l’Italia, Popolo della famiglia, Partito Pensionati e Movimento animalista. La scelta di condensare in quattro liste la proposta politica è legata ad esigenze di semplificazione del quadro elettorale ed evitare una frammentazione eccessiva che rischierebbe di generare confusione nei cittadini” spiega lo stesso Malvezzi.

“Con il deposito delle liste si conclude una prima fase caratterizzata dal coinvolgimento di persone, incontri, raccolta di idee e proposte che trovano espressione sintetica nel nostro programma elettorale che abbiamo completato, un programma unitario che rappresenta la proposta dell’intero centrodestra, è arricchito dalle sensibilità delle anime che compongono la coalizione e resterà aperto alle migliori proposte che raccoglieremo dai cittadini, prima e dopo il 26 maggio” continua Malvezzi. “E’ un testo agile, che indica azioni e obiettivi precisi che abbiamo voluto valorizzare in modo chiaro, consapevoli dell’importanza di offrire ai cremonesi una proposta unitaria, concreta, convincente, e di rilancio per la città. I cittadini che intendono inviare idee, progetti e suggerimenti, possono continuare a farlo scrivendo al mio indirizzo di posta elettronica malvezzisindaco@carlomalvezzi.it”.

E le segnalazioni già hanno iniziato ad arrivare: “Ogni giorno, tra centro e periferie, incontro moltissimi cittadini che chiedono una cosa su tutte: il cambiamento” conclude il candidato sindaco. “La loro domanda riguarda una città che deve tornare viva, ricca di opportunità per i cremonesi e attrattiva per le imprese che generano valore e posti di lavoro, piena di iniziative e progetti innovativi, capace di guardare al futuro, dove nessuno venga lasciato indietro. Una volontà di cambiamento alla quale siamo pronti a dare risposta tramite la proposta politico-amministrativa del centrodestra”.

Ma c’è anche CasaPound, con il suo candidato Diego Ratti, tra coloro che in mattinata hanno presentato la lista venerdì mattina in Comune. “Il nostro obbiettivo è l’ingresso al Consiglio Comunale dove potremo tutelare gli interessi dei cremonesi continuando la missione che abbiamo sempre perseguito in questi anni” spiega Diego Ratti, storico rappresentante della destra storica cittadina, già segretario del Movimento Sociale Italiano.

“CasaPound è l’unica forza politica che i cremonesi vedono tutte le settimane sul proprio territorio, mentre le altre liste, al solito, scongelano nomi quasi dimenticati e cercano apparentamenti e accordi, noi non abbiamo mai smesso di occuparci dei problemi di questa città, troppo spesso dimenticata dagli altri partiti” continua il candidato Sindaco. “Il nostro programma è basato sulla sicurezza, la lotta al degrado e al rilancio culturale, storico ed economico di una città ridotta all’ombra di sé stessa. Una città che ha bisogno di una nuova classe dirigente, di volti nuovi per dimenticare al più presto chi l’ha amministrata in questi ultimi anni”.

“Presentiamo una lista di 25 militanti, donne e uomini disposti a lottare ed ascoltare, lavoratori, studenti, madri: Gianluca Galli (responsabile Provinciale di Cpi), Francesca Ghidoni, Andrea Visigalli, Ingrid Bonvicini, Riccardo Scandolara, Ilaria Senatore, Riccardo Incicco, Simona Casari, Matteo Bassanetti, Beatrice Visigalli, Rudy Bruschi Robusti, Marina Pesatori, Alessandro Perico, Anna Bellomi, Guido Vito Taietti, Omar Gorini, Mauro Pezzaioli, Stefano Zaffanella, William Mario Molinari, Andrea Soragni, Giorgia Amato, Andrea Farina, Luigi Serafino Gardoni, Greta Azzurra Marcheselli e Irene Caletti: persone oneste e che amano la nostra città” conclude  Ratti.

L’elenco definitivo di tutte le liste vidimate e approvate dall’ufficio elettorale verrà reso noto entro domenica.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    Mi spiace i giornali e la tv non abbiano dato spazio al candidato di cada pound. Ero curioso di sentire le sue idee

    • Diretur

      Devi girare la TV al contrario

    • Alceste Ferrari

      A conferma del fatto che non leggi altro se non ciò che ti pare
      Casa Pound è sui giornali tutti i giorni: apologia di fascismo, si dichiarano “fascisti del terzo millennio, manifestazioni violente ai danni di chi fa assistenza e integrazione, dichiarazioni volutamente fasciste. Razziste, xenofobe, occupa abusivamente uno spazio di proprietà dello Stato in pieno centro a roma da cui non viene fatta sloggiare, malgradi richiesta del sindaco, per la chiara complicità del ministro dell’insicurezza
      A gruppi come questo, assieme a Forza Nuova di cui fa parte uno dei responsabili la strage di Bologna, vanno fatto risalire atti come quello di stamane alla sede ANPI
      È un gruppo in chiaro contrasto con le leggi che vietano apologia e ricostituzione del partito fascista e va sciolto
      Sicuramente ti sarà simpatico, considerato l’alto livello di antifascismo che impregna i tuoi interventi.

      • Elio

        Intendevo programmi specifici per la citta. Non sono particolarmente mosso dall antifascismo in quanto non c’è piu da anni. Ora chi lo predica è un ignorante fanatico,sono in pochissimi,cosi come gli antifascisti,pochissimi e fanatici. Il pericolo fascista o comunista mon esiste piu

  • Trudy

    State attenti nei seggi si sa la sinistra a le mani lunghe

    • franz kapp

      Ha, dal verbo avere, va scritto con l’acca anche da quelli che non sono di sinistra.

      • Trudy

        Francacca sei contento

        • Telafó Giovanni

          Trudy, il leone da tastiera di peluche!

    • Alceste Ferrari

      Questa la devi proprio spiegare.
      In italiano, possibilmente

  • nessuno

    Ratti… un nome che è una garanzia di origine controllata. Gli altri candidati in buona parte sono già arcinoti e non per la presenza sul territorio. Avanti….