Commenta

Il ruolo delle liste civiche
per spostare i voti tra
Europee e Amministrative

Foto Sessa

Il sindaco uscente di centrosinistra Gianluca Galimberti con il 46,36% e Carlo Malvezzi per il centrodestra con il 41,66% dei voti si contenderanno tra quindici giorni la poltrona  di sindaco al ballottaggio: voto domenica 9 giugno e spoglio immediato delle schede.  Al di là della forza personale dei candidati sindaci, sono state le liste civiche a spostare i voti tra elezioni Europee e Amministrative.

Infatti mentre il centrodestra sulla carta poteva già eleggere il sindaco al primo turno (con oltre il 52% dei consensi) in realtà il voto amministrativo ha ribaltato ogni previsione. Alle amministrative della città di Cremona si è assistito a un travaso di voti dal centrodestra (10% circa) e dai 5 Stelle (quasi il 4%) sul candidato di centrosinistra Gianluca Galimberti. Le liste civiche di Galimberti hanno così fatto il pieno con quasi il 14% dei voti. Fare Nuova la città ha avuto il 6,45% dei voti, Cremona Attiva il 4,5%, Cittadini per passione (1,73 %). Sinistra per Cremona, sempre in appoggio a Galimberti ha avuto il 2,65% per voti ma non avrà nessun consigliere comunale.

La sinistra perde così per la prima volta dalla riforma per il voto popolare ai sindaci, il proprio rappresentante in consiglio comunale. Resteranno per ora fuori dal consiglio tre ex assessori di Galimberti: Rosita Viola (Sinistra), Alessia Manfredini (delude il suo 1,73% di Cittadini per passione)  e Barbara Manfredini (Fare nuova la città). Quest’ultima lista ha avuto un crollo di ovti riospetto al 2014 (dove ottenne il 12% dei voti ) e dovrebbe portare 2 consiglieri comunali (salvo il conteggio complicato dei resti e il premio eventuale del 60% per il ballottaggio che farebbe recuperare la Manfredini) assolutamente nuovi: Letizia Kakou, la prima consigliera comunale di colore a Cremona, e il medico Marco Loffi.

Ovviamente salvo il conteggio complicato dei resti e il premio eventuale del 60% per il ballottaggio che farebbe recuperare la Manfredini. Sempre per il centrosinistra il Pd ha avuto un ottimo risultato che dovrebbe garantirgli 12 consiglieri comunali. Un po’ deludente, sul versante opposto il risultato della lista civica in appoggio a Malvezzi che dovrebbe portare un solo consigliere (Maria Vittoria Ceraso).

Potrebbe risultare l’ago della bilancia al ballottaggio la lista di Giovetti che ha ottenuto il 3,32% dei voti.

© Riproduzione riservata
Commenti