2 Commenti

Che Vanoli! Impresa
di Cremona che batte
Venezia 78-74

Foto Sessa

Grande impresa della Vanoli che batte Venezia 78-74 in Gara 2 di semifinale scudetto e pareggia la serie. Cremona conduce i primi due Quarti come già nel primo atto della serie, ma quando i veneti terminano in vantaggio il terzo periodo il PalaRadi inizia a temere il peggio. Invece la squadra di Meo Sacchetti rimane in partita e supera in volata la squadra di Walter De Raffaele. La Vanoli inizia la partita con grande intensità e, dopo meno di due minuti, è già 5-0 grazie a Saunders e costringe Venezia al time out. Al rientro cinque punti di Mathiang danno il 10-2 interno. L’entrata in campo di Daye (3 triple per lui e un assist per i tre punti di Bramos) cambia però gli equilibri e permette a Venezia di rientrare velocemente (14-14). Risponde immediatamente Diener per il 18-16. Un canestro da sotto di Gazzotti permette alla Vanoli di chiudere in vantaggio al decimo (22-20). Nel secondo parziale Crawford e Saunders danno subito il più 8 a Cremona (28-20). A Bramos e De Nicolao risponde Saunders ma è Haynes che si accende e, nonostante i due canestri di Mathiang, riporta tutto in parità a un minuto dall’intervallo (37-37). Due liberi di Diener mandano tutti negli spogliatoi con Cremona in vantaggio di un possesso (39-37). Il terzo quarto, come già due giorni fa, sembra dare la spinta a Venezia che prova una prima volta ad allungare con Watt e Bramos (43-49), ma qui Cremona è brava a non scomporsi e a rientrare con la tripla di Crawford (49-49). Venezia ci riprova (49-53) ma ancora Ricci da fuori riporta tutto in parità (53-53). Due canestri da tre di Daye e Tonut riportano Venezia in vantaggio 58-62 ma il canestro di Stojanovic fa partire l’ultimo quarto con i biancoblu in svantaggio di soli due punti. Gli ultimi dieci minuti la difesa di Cremona sale decisamente di colpi costringendo per ben due volte l’attacco di Venezia all’infrazione di 24 secondi. D’altro canto la Vanoli non perde un solo pallone e riesce a trovare anche buona fluidità offensiva con 6 assist. L’ultimo vantaggio Reyer è al 33′ con la tripla di Heynes (64-65) poi Stojanovic trova la via del canestro e subito dopo Saunders piazza la schiacciata in contropiede subendo anche fallo da Daye (69-65). Mancano cinque minuti e Diener decide di mettere il suo sigillo sulla partita, prima con una tripla, poi con un assist al bacio per il taglio sotto di Crawford (74-70). Watt accorcia ma un altro assist del numero sette biancoblu accende Mathiang che ridà il doppio vantaggio ai suoi. La tripla di Bramos non va e i liberi di Saunder chiudono la partita. Finisce 78-74.

Fotoservizio Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    grande Vanoli

  • Giamburrasca19

    Due quadroni e tifo bellissimo….una serata da incorniciare.