38 Commenti

Galimberti e Malvezzi
si giocano tutte le carte
nel dibattito in piazza

(foto Sessa)

Un dibattito acceso quello andato in scena in piazza del Comune stasera, giovedì 6 giugno, trasmesso in diretta tv da Cremona1 e moderato dal giornalista Giovanni Palisto. Il sindaco uscente Gianluca Galimberti e il candidato sindaco Carlo Malvezzi non si sono risparmiati durante l’ultimo confronto prima del voto di domenica 9 giugno e hanno provato a giocarsi le carte migliori.

Inizia e chiude Galimberti (in modo casuale, in virtù delle alternanze, ndr) che sottolinea come voglia “rendere Cremona sempre più per i giovani che sono il futuro della nostra città”. Il primo affondo è di Malvezzi (“Immagino una una città attrattiva per gli imprenditori, dove i ragazzi possano mettere su famiglia e lavorare, ma anche più sicura con piazze dove le persone possano incontrarsi in modo pieno e dove le donne possano uscire sicure: la nostra città deve fare non uno, ma tre passi avanti”), ma il sindaco uscente contrattacca e lancia il primo colpo al ministro dell’Interno Matteo Salvini, venuto lunedì 3 giugno a Cremona per sostenere il suo contendente: “Le donne hanno paura di uscire? Ma è una città che non esiste! E poi con questo Ministro non c’è più un problema sicurezza. Sicuramente, invece, un problema di sicurezza percepita c’è, ma non bisogna instillare paura: è sbagliato e irrispettoso delle persone”.

Sempre Galimberti chiude evocando il “vento di partecipazione ed entusiasmo importante che si è alzato e che vogliamo che vibri”. “La nostra coalizione – ha concluso – sono i cittadini di Cremona, vogliamo lavorare con e non per le persone, insieme si costruiscono le cose: così abbiamo fatto per 5 anni e continueremo così, ma usando parole civili, non immettendo odio”. Malvezzi, che rimpiange di “non aver lavorato in campagna elettorale 24 ore al giorno anziché 18”, chiude così: “Sembrava impossibile quando è iniziata quessta avventura, avevamo contro una corazzata che da tempo tiene in scacco la città, ma abbiamo messo idee e professionalità e rimesso speranza nel cuore delle persone: siamo ad un passo dal traguardo e il 9 giugno faremo ripartire la nostra amata Cremona”.

In mezzo, il dibattito, come prevedibile, si è sviluppato soprattutto con un Galimberti pronto a difendere e rivendicare quanto fatto, senza rinunciare a qualche contropiede nei confronti di un Malvezzi che non ha rinunciato a qualche punzecchiatura. Non potevano quindi mancare le polemiche, come sulla strada sud con un reciproco addebito di responsabilità sul progetto di fattibilità. Ma anche su centro e quartieri è avvenuta qualche schermaglia, mentre su attenzione ad anziani e nuovo Palazzetto gli intenti sono comuni, non le strade per arrivarci. Sul raddoppio ferroviario è invece Galimberti a tirare una stilettata a Malvezzi (“La nostra città è stata trascurata per troppo tempo, anche a causa del contributo trascurabile di Malvezzi da Consigliere Regionale: vogliamo i treni, il raddoppio della Mantova-Milano, ma anche sulle linee verso Brescia e Piacenza”), che si è difeso sottolineando che “la rete di Rfi è vecchia” e che “si impegnerà con Regione e Rfi per risolvere un servizio non adeguato”.

Sull’immigrazione il candidato del centrodestra si è giocato una carta politica che il sindaco uscente ha provato a ribaltare. “La loro integrazione – ha sostenuto Malvezzi – la conosciamo: siamo stati invasi. Il Pd ha fallito ovunque, dal Governo alle città. La nostra idea di immigrazione è chiara: dev’essere quella regolare e chi chiede di venire deve avere i requisiti e deve imparare l’italiano, oltre che accettare e rispettare le nostre tradizioni e le nostre regole di convivenza civile”. “Il problema – ha chiosato Galimberti – è che a livello nazionale si va nella direzione opposta: chiediamo al Governo di stare attento perché continuando così si generano fantasmi in città. Il modello di integrazione che hanno in mente è Lodi. Se l’Europa vuole fare qualcosa in Africa è bene che Salvini ci vada in Europa e lavori”.

Altro terreno di scontro Aem e, il passo è breve, a tasse ed inceneritore. Il sindaco uscente cita il risanamento di Aem e rinfaccia il contratto con Saba alla Giunta Perri, per aggiungere: “In questi cinque anni abbiamo lavorato per mettere a posto i bilanci come deve fare un’amministrazione seria. Le banche mi telefonavano per sapere se Aem avrebbe pagato o meno il debito. Ci hanno lasciato le tasse al massimo e hanno depredato Aem: oltre a rilanciarla, abbiamo avuto un forte recupero dell’evasione fiscale, per cui ora siamo nelle condizioni fare un intervento sull’Irpef (alzando la prima soglia a 12mila euro)”. Un’uscita definita dal contendente “un escamotage al pari dell’inceneritore” (su cui Galimberti non ha voluto tornare, ndr) e aggiunge: “Negli ultimi 25 anni Aem è stata gestita dal Pd, e dal punto di vista tecnico l’ha venduta senza gara: un’operazione fatta contro trasparenza e concorrenza”.

Nessuno, poi, si è sbilanciato sull’eventuale squadra di assessori che sceglierebbe, anche se Malvezzi ha ricordato che la carica di vicesindaco andrà ad Alessandro Zagni: “Non ho nessuna intenzione di immaginare ora la Giunta, ma avremo cura di scegliere i migliori. Di certo Zagni sarà il vicesindaco: lo voglio ringraziare pubblicamente, ha dimostrato passione e competenza”. Galimberti, invece, non ha risparmiato un ulteriore attacco all’avversario: “E’ evidente che ci sono state due modalità diverse per scegliere il candidato: da una parte un sindaco uscente che ha allargato il più possibile la propria proposta, dall’altra un candidato che è stato imposto e che suona come una spartizione di poltrone ed è una cosa brutta, come sanno anche i protagonisti. La squadra, in ogni caso, la costruiremo e coinvolgerà tutto il grandissimo gruppo di lavoro e di qui tutti i cittadini”.

mtaino

 Fotoservizio Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Andrea Garini

    Malvezzi davvero imbarazzante. Galimberti come intelligenza, classe e umanità è su un altro pianeta. Propongo Zagni come capo ultras! Ha polmoni e costanza per sbraitare dallo Zini per 90 minuti

    • Elio

      Ma certo: paragoniamo Galimberti a churchill🤣

      • Giamburrasca19

        Ma perche’ questo commento ….. Malvezzi e’ stato borioso e aggressivo non puo’ negarlo.
        Altra dimensione Galimberti.

        • Elio

          Direi che malvezzi è stato piu passionale,non parliamo di “altra dimensione” tirando in ballo veri statisti o politici,rarissimi in tutta la storia dell umanità

          • Giamburrasca19

            Guardi , la differenza tra Galimberti e Malvezzi è che quest’ultimo pensava di essere in una osteria .
            Essre passionali e’ altra cosa.
            Per fare il Sindaco è anche richiesta umiltà e capacità di comunicare oltre a cuore e intelligenza.
            Malvezzi adotta la politica della voce grossa del negare sempre, dimenticare sempre e dell’arroganza.
            Ieri sera zagni ha capito una cosa : Malvezzi è un candidato impresentabile.

          • Aieie

            Meglio l’osteria della sagrestia (talmente inclusiva da ficcarci dentro anche i sostenitori di aborto, eutanasia, droghe leggere e pesanti, ecc. ecc.)

          • Giamburrasca19

            Contento Lei…..

          • Aieie

            Certamente sì

          • Giamburrasca19

            Okkkkk…..dai…..vediamo come va’ a finire…..tanto ognuno resta sulle proprie posizioni….saluti

          • Aieie

            Va Va va VA VA, senza accento, senza apostrofo, semplicemente va

    • Giamburrasca19

      Non sa’ quanto ha ragione……Malvezzi non può rappresentare la Lega perché sono sicuro che non ne condivide l’ideologia.
      Purtroppo per tornare alla ribalta ha accettato una contratto pre-elettorale che di fatto gli ha tolto qualsiasi potere , una resa totale.
      Zagni lo ha reso lo zimbello della città’ affermando che in caso di vittoria il potere politico e decisionale sarebbe stato tutto nelle sue mani….un piccolo Duce.
      Lo smacco di essere stato escluso dalla corsa per la poltrona di sindaco è devastante.
      Galimberti parla con il cuore e con passione, sentirlo parlare rincuora, crede in quello che dice.

  • giorgino carnevali

    IL PIU’ MIGLIORE!
    l migliore della serata? Elementare: “Bacco” Bacchetta, il giornalista il
    conduttore, il cronista, insomma l’Anchorman della Bassa Padano, e oltre!

  • Rosso

    Se vincesse Malvezzi dove andate a nascondervi?alla casa dell’accoglienza?

    • Andrea Garini

      La chiuderebbe sicuramente qualora il suo padrone glielo imponesse. Se dovesse vincere (ne dubito fortemente anche dopo aver ascoltato le “incredibili proposte per la nostra città” trasmesse su cremona1) sarebbe una sciagura per nostra amata città.

      • Elio

        Non la chiuderebbe ma forse comincerebbe ad aiutare e a dare alloggio anche agli italiani e agli stranieri non clandestini

      • Rosso

        Non sono riuscito a chiedere a Galimberti,detto vispa teresa, che cosa ha fatto per tutti quei negretti che non pagano il treno,l’autobus,vanno in giro con biciclette non in regola,piscinano per la strada.forse non è al corrente di questi fatti?

        • il Peone

          Commenti razzisti che questo “giornale” si guarda bene dal censurare. e comunque per la maggior parte di queste cose provi a chiedere a chi di dovere, perchè il sindaco è un amministratore e non un ducetto come lei ben spera.

          • Rosso

            Se non voler vedere per le strade questa feccia nera è razzismo ,sono razzista.comunque nessuno mi ha detto come la vispa teresa ha cercato di risolvere il problema ,visto che la polizia municipale è comandata dal sindaco

          • Marco

            La feccia è chi incita all’odio razziale.

          • Ottavo Nano

            Un amministratore che vede commettere dei reati e si gira dall’altra parte minimo sarebbe da indagare

        • Elio

          li lascia fare i loro comodi con vitto e alloggio gratuito alla faccia dei cittadini onesti

          • Marco

            Cittadini onesti che votano un partito che ha fregato 49 milioni e lo giustificano pure.

          • Elio

            Ma capisce? Ne abbiamo di delinquenti italiani e si vogliono anche quelli stranieri. Ed il pd vuole accettarli tutti facendisi dare una fedina penale data buona sulla parola e sia mai espatriarne uno,anche se super delinquente,poi se si dichiara gay sia mai….

            Ridicoli e pericolosi sinistroidi. Almeno quelli del partito comunista l hanno capita e non vogliino questa immigrazione incontrollata perbenista

          • Marco

            Migranti, gay e sinistroidi sono la parte sana del mondo.

          • Elio

            Contento lei…

        • Marco
  • Giamburrasca19

    Governare con i cittadini , per la città, con tutte le realtà presenti, tutti insieme dando speranza,  fiducia, con civiltà senza instillare odio e continuando a dire io io io. uniti per la nostra città, con un occhio di riguardo alle fragilità, disabilità…..con queste parole piene di umiltà e buon senso il Sindaco Galimberti ha chiuso un  confronto dove la coalizione di centrodestra con un  Malvezzi sempre sopra le righe  ha fatto vedere e sentire il peggio di sé.
    Malvezzi è stato di un’arroganza insopportabile coadiuvato da un Zagni che continuava,  insieme a un manipolo di esagitati, a disturbare il Sindaco Galimberti durante gli interventi.
    Ripetutamente Malvezzi ha apostrofato la platea che tifava per Galimberti con un “calma democratici” facendo finta di non vedere e sentire quanto erano offensivi i suoi , vero esempio antidemocratico.
    Una triste e malinconica esibizione del centrodestra,una brutta serata da dimenticare….. avrà giocato la paura di dovere tornare a lavorare?

  • Giamburrasca19

    Malvezzi e Zagni sono gli esempi lampanti di come non devono essere dei personaggi che aspirano a guidare la città.
    Con la politica urlata, votata a negare quanto di buono è stato fatto da questa amministrazione.
    Con la protervia di negare il disastro AEM e il suo salvataggio in due anni , il nulla di fatto per le linee ferroviarie guarda caso quando Malvezzi era ancora in regione prima di essere silurato e mandato a casa, il nulla per il centro cittadino nei cinque anni da vicesindaco e con la battuta “il Sindaco non risponde” quando veniva contraddetto con i dati reali dei risultati ottenuti che non poteva negare.
    Malvezzi ha tentato di trasformare un dibattito in uno scontro dove l’imperativo era urlare e denigrare.
    Bravo il Sindaco Galimberti a capirlo e a non scendere al suo livello di rissa verbale senza reagire. chiedendo invece il perché di questo atteggiamento provocatorio , cosa alla quale Malvezzi naturalmente non ha risposto.  
    Ho avuto la netta sensazione che considerato il frastuono dei fischi alla fine delle risposte di Malvezzi , quest’ultimo e il mancato candidato Zagni che bruciava nel non essere sul palco perché silurato dal suo partito , si siano resi conto che una larga parte della città ha capito che qui non si vota per il governo del paese ma per il governo di Cremona, a tutt’oggi la cittadina più efficiente d’Italia e dove la DEMOCRAZIA è il principio ispirante per il suo governo.

  • Romolo

    Lasciando perdere la forma, gli “alè” e i “bu”, che francamente interessano poco, nella sostanza da una parte c’è un approccio più distensivo, culturale e di assistenza, dall’altra c’è un approccio più ponderato su infrastrutture, crescita economica e sicurezza.
    In questo momento storico secondo me bisognerebbe spingere più sul secondo, non so se Malvezzi sarebbe effettivamente adatto a portarlo avanti coerente, però so che Galimberti di certo punta ad altro.

  • Shpalman97

    “…Zagni sarà vicesindaco, e insieme a Ventura, terrà Malvezzi in briglia, facendogli perdere quella patina ultra-democratica ciellina nonché forzista.
    Non comanderà Malvezzi ma una giunta con le spalle ben coperte in Provincia, in Regione e a livello nazionale.”
    Questo ha scritto su facebook ieri pomeriggio Gian Stoccafisso Galli, candidato per CasaPound, invitando a votare per il centrodestra.
    Nel giro di un’oretta prima Ventura poi Zagni hanno commentato ringraziando. Il “candidato vicesindaco” ha aggiunto anche uno slogan e un paio di emoticon.

    • Diretur

      Bravissimo, un delirio neofascista e un endorsement tanto apprezzato dai due esponenti del centro (?) destra e NESSUN giornale ha ripreso la cosa nemmeno dopo che l’ho evidenziata qui su Malvezzi Oggi… Anche se con l’aria che tira non so se porta più voti o ne fa perdere.. che schifo.

      Umberto li avrebbe presi a sberle i fascisti nella Lega, figuriamo i fascisti della Lega

      • Telafó Giovanni

        ..ma loro amano l’Italia e gli italiani, gli altri la odiano! Un post stucchevole e irritante. Non irritante come vedere i ringraziamenti dei signori Zagni e Ventura che, per correttezza, potrebbero anche dire chi è il personaggio che dovrà riformare la cultura a Cremona e mettere in chiaro i loro patti coi fascistelli del terzo millennio.

        • Giamburrasca19

          Ha ragione…..qui tira aria di revisionismo fascista…..

          • Aieie

            E’ uno spasso sentire come ve la suonate e ve la cantate…

          • Giamburrasca19

            Bla bla bla….chiacchere inutili.
            Saluti

      • Giamburrasca19

        Grande!!!!!!!!

    • Giamburrasca19

      Ecco il vero volto della Lega di Zagni.

  • Giamburrasca19

    Certo che se la destra ha commentatori fascistoidi del tipo come ROSSO così chiamato per le endovene di lambrusco marcio che gli hanno spappolato l’unico neurone rimasto vuole dire che hanno raschiato il fondo.
    Im