Commenta

Asst e Comune di
Cremona, prospettive
condivise sulla sanità

Giuseppe Rossi e Gianluca Galimberti oggi a confronto per condividere visioni e prospettive sul futuro della sanità cremonese. Ad emergere è stata la necessità di lavorare sempre di più insieme per favorire al massimo l’integrazione fra ospedale e servizi territoriali. In tal senso, è stato giudicato positivo l’esito dei percorsi già intrapresi: dimissioni protette e attivazioni del punto unico di accesso di via Bonomelli. Un’esperienza da replicare in altre aree della città. Un altro tema trattato è stato quello delle sostituzioni nei primariati di Ortopedia, Neurologia e Cardiologia, rimasti scoperti.

Si è tenuto in mattinata un lungo confronto fra il direttore generale dell’Asst di Cremona, Rossi, il sindaco di Cremona, Galimberti, l’assessore alle Politiche Sociali e della Fragilità, Rosita Viola, e il direttore amministrativo dell’Asst di Cremona, Gianluca Bracchi.
Al centro dell’incontro la volontà di continuare il dialogo fra le istituzioni, nel rispetto della reciprocità dei ruoli, per condividere e costruire in prospettiva il futuro dell’Ospedale di Cremona e dei Servizi Territoriali. Un tema che il sindaco ha definito “talmente importante da meritare costante attenzione”. Sono stati moltissimi gli argomenti trattati in modo costruttivo con l’intenzione di pensare a soluzioni condivise che tengano realmente conto delle esigenze sanitarie e socio-assistenziali degli abitanti di questo territorio.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti