3 Commenti

Piscina, l'ordinanza
del sindaco: da oggi
impianto chiuso

foto Sessa
Da oggi domenica 21 luglio la piscina comunale è ufficialmente chiusa, con la pubblicazione dell’ordinanza del sindaco in seguito alle nuove carenze igienico sanitarie riscontrate nel sopralluogo dei Nas e del tecnici comunali ieri mattina.
Il sopralluogo era stato disposto nell’ottica di garantire e preservare la salute pubblica e nello specifico dei cittadini fruitori dell’impianto natatorio, hanno effettuato un sopralluogo presso le piscine comunali. Dalle verifiche effettuate, riscontrabili dal verbale del nucleo antisofisticazioni dell’Arma dei Carabinieri, sono emerse diverse e evidenti incongruità rispetto alle norme vigenti in fatto di tutela della salute e sicurezza, tanto da dover decretare già alle ore 13 la chiusura della vasca olimpionica. L’ordinanza (contingibile ed urgente) a firma del Sindaco, è stata notificata in mattinata al gestore Sport Management ad opera della Polizia locale, che ha materialmente chiuso i cancelli della struttura.
“I controlli di sabato alle piscine – si legge in una nota diffusa dal Comune – come quelli effettuati in precedenza, mirano a tutelare la salute degli utenti e l’effettiva funzionalità degli impianti. L’amministrazione comunale intende così operare con la massima attenzione e professionalità per il bene della città e dei suoi cittadini. Eventuali sviluppi futuri vedranno sempre l’amministrazione attenta e vigile e reattiva in ogni ambito consentito al solo fine di tutelare il diritto alla salute di tutti i cittadini”.
In mattinata stanno arrivando diversi utenti, ignari della chiusura, che pensavano di potersi fare qualche vasca, in una domenica che si preannuncia rovente. “Vengo da Costa S.Abramo – afferma uno di loro con rassegnazione – non me l’aspettavo. Personalmente trovo che questo sia uno degli impianti più belli in cui mi sono trovato a nuotare, certo la pulizia, soprattutto degli spogliatoi, lascia a desiderare, e ieri faceva un caldo esagerato. Però si tratta di un servizio pubblico che non dovrebbe essere tolto”.
Tra le criticità riscontrate dai Nas c’è la mancata pulizia dell’acqua e della vasca olimpionica, con depositi sabbiosi sul fondale, un problema già riscontrato diverse volte nei mesi scorsi e all’origine della causa avviata dal Comune per la rescissione del contratto. Riscontrato anche il riscaldamento acceso, nella giornata di ieri, con temperature insopportabili.
In teoria già questa mattina Sport Management dovrebbe avviare le condizioni per il ripristino della normalità. L’impianto potrà essere riaperto solo dopo verifica congiunta di Comune e Ats sulla congruità delle condizioni igienico sanitarie. Tutto questo a 10 giorni dalla scadenza della gestione della piscina da parte di SM. g.biagi
Foto Sessa

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Gianluca

    Una gestione, questa, fortemente voluta dalla ns. amministrazione, e connotata da continui successi. Di male in peggio.

  • Pepito Spazzeguti

    Sembra quasi che si cerchi in tutti i modi di mettere in cattiva luce la comunale… In quale piscina non ci sono un po’ di residui sul fondo, se utilizzata? Cos’è il comune ha paura di perdere la causa e fa di tutto per vincerla?

  • MENCIA

    ma bisogna arrivare alla chiusura controllarla e sistemarla prima non si poteva fare?