2 Commenti

Polo del grano, si recinta
il cantiere. Presto al via
i lavori in via Riglio

Una recinzione, un escavatore e un cartello in fase di completamento. Qualcosa si muove nell’area porto canale di Cremona, in via Riglio, dove è pronto a sorgere l’Hub del grano, nell’ambito del progetto Milling Hub, la società creata da Ocrim (51%) e da Bonifiche Ferraresi (49%) allo scopo di realizzare un polo di eccellenza nella macinazione del grano. Un’operazione che è ufficialmente iniziata con il via libera del Comune di Cremona al Piano di lottizzazione presso l’area interessata nei pressi del Porto Canale. A breve, stando ai movimenti che ci sono sull’area, partirà la costruzione dei primi due mulini, con investimenti per circa 20 milioni di euro e l’assunzione di 15-20 addetti per la conduzione. Si tratta del primo lotto dei cinque previsti dal progetto industriale. Milling Hub si basa su un’importante sinergia: Bonifiche Ferraresi fornirà il genoma e la materia prima (sono previsti accordi anche con i coltivatori cremonesi), Ocrim metterà a disposizione il proprio know-how in materia. A Cremona è pronto a nascere un nuovo polo che porterà sul territorio nuova economia e nuovo lavoro.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ciclo-pe

    Il progetto è sicuramente un’ottima notizia per l’agroalimentare cremonese di lunga tradizione. Anche l’idea di usare il Fiume per il trasporto merci è una buona notizia. Però, nelle vicinanze dei futuri molini per macinare grano, ci sono scorie di altre lavorazioni che vengono quotidianamente depositate su cumuli alti ormai decine di metri. Non molto lontano poi c’è una ex raffineria, ora stoccaggio di carburanti, di un milione di metri quadrati. Domanda, l’area è compatibile con produzioni alimentari di queste dimensioni?

    • Sbirulino19

      E le scie chimiche dove le mettiamo? E l’inquinamento elettromagnetico ?