Un commento

Monumenti invasi dal guano,
Comune: stanziati 7mila euro
per Palazzo Raimondi

Il Comune corre ai ripari nell’ambito dell’emergenza piccioni, che stanno letteralmente infestando il centro storico e rovinando i monumenti con il guano, a causa delle numerose colonie presenti in città. L’attenzione si concentra ora su Palazzo Raimondi, uno degli edifici storici maggiormente interessati dal fenomeno. Basta passarci davanti per rendersi conto di quanto pesante sia la situazione: il guano ricopre infatti tutti i cornicioni e diverse parti della facciata.

Per il contrasto, l’amministrazione ha deciso di implementare il sistema elettrificato, che funge da deterrente efficace per qualsiasi tipo di volatile. Si tratta di un sistema costituito da una centralina elettronica che genera e distribuisce impulsi elettrostatici (picchi di tensione di brevissima durata). La distribuzione avviene tramite il collegamento con tondini in acciaio inox, posati su staffe in lexan, uniti con un apposito cavetto per alta tensione. Un secondo provvedimento sarà quello di installare anche un sistema dissuasivo costituto da “fili ballerini”.

Il costo complessivo dell’intervento è stato quantificato in 7.198 euro. Sarà la ditta A. Tec di Cremona ad occuparsi dei lavori, che comprendono anche la pulizia della struttura dal guano e la disinfestazione.

LaBos

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Marco Pellizzari

    DIssuadere i piccioni da appoggiarsi su un palazzo significa farli appoggiare su quello accanto! Certamente è giusto preservare l’integrità dei palazzi storici ma bisogna anche adottare metodi che servano a tutta la cittadinanza abbassando il numero di questi animali nell’ambiente. Questo lo si può fare con l’uso di antifecondativi e catture.