Commenta

A Cremona la Carmen di
Anbeta incanta anche il
pilota Andrea Ongari

L’incantevole Carmen interpretata dalla bravissima Anbeta Toromani, è stata la regina del trascorso week-end a Cremona. Uno spettacolo che non ha lasciato nulla al caso: dalla coreografia e regia di Amedeo Amodio, ai costumi, alle musiche. Novanta minuti senza intervallo, che hanno emozionato e incantato il pubblico. Ad ospitare l’Opera, il teatro Amilcare Ponchielli, la cui veste attuale è il risultato di una serie di interventi di costruzione, ricostruzione, modifiche, manutenzioni, il tutto iniziato oltre 250 anni fa, quando, nel 1747, un gruppo di nobili decise di dotare la città di un vero e proprio teatro, in sostituzione delle varie sale, dislocate nel centro e nelle zone periferiche. Tra gli ospiti in sala il pilota di motonautica Andrea Ongari, cremonese “doc”, rapito dalla bellezza dello spettacolo: “nell’aria c’era tanta poesia, tanta professionalità e perfezione; una compagnia di professionisti che dedicano tanto impegno all’arte e all’opera. Capisco la loro passione perchè in qualche modo assomiglia alla mia per la motonautica. Anbeta con la sua danza mi ha rapito e condotto dentro lo spettacolo”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti